Trieste recupera il Silos che fu campo profughi (RegFVG 10 lug)

Trieste, 10 lug – Su proposta dell'assessore alla Pianificazione territoriale e alla mobilità, Riccardo Riccardi, la Giunta regionale ha approvato la stipula di un Accordo di programma con il Comune di Trieste (individuato come soggetto promotore) per il recupero del complesso edilizio 'ex Silos' in piazza Libertà a Trieste e la conseguente riqualificazione urbana dell'area e dei servizi circostanti.

Le decisione deriva dal riconosciuto 'rilevante interesse regionale' – anche ai fini della variazione degli strumenti urbanistici comunali – della proposta del Comune di Trieste per il recupero dell'ex Silos e dell'area di pertinenza.

'Si tratta – ha affermato in proposito l'assessore Riccardi – di un atto di rilevante importanza e di valenza strategica non solo per la città di Trieste, che vedrà così riqualificata una zona nevralgica e centrale, ma anche per il territorio regionale nel suo complesso per gli effetti che l'intervento avrà sul sistema della mobilità urbana e del trasporto pubblico locale e regionale'. 'Infatti – dice ancora l'esponente regionale – il progetto complessivo prevede non solo la riqualificazione dell'area urbana tra il porto vecchio, la stazione ferroviaria e Piazza Libertà con conseguente revisione della mobilità pedonale e veicolare, ma anche la razionalizzazione del trasporto pubblico regionale e locale, che consenta di sviluppare e integrare i collegamenti, le sinergie e gli interscambi fra i diversi sistemi di persone prevedente un nuovo deposito delle autocorriere nonché la rilocalizzazione del sistema partenze-arrivi e la creazione di un nuovo punto di attesa e biglietteria; nonché la realizzazione di una 'Sala polifunzionale' per una capienza di 900 persone e 220 posti macchina di pertinenza'.

ARC/NNa