Esodo croato da Fiume ai tempi di d’Annunzio? Una bufala

A considerare i censimenti… dopo d’Annunzio a Fiume(1920) non ci fu un esodo permanente di croati o sloveni come invece gli storiografi croati riportano in ogni pubblicazione e anche alcuni storiografi italiani che attingono a tali fonti errate, spesso per traslazione senza conoscere la lingua croata.

Risposta di Marino Micich a uno studio del dottor Patafta, ricercatore croato, ripresa da un comunicato alla Rivista Giuridica

Fiume: il vero esodo fu quello degli italiani da Fiume dopo il 1945, non ci fu da parte croata un esodo definitivo durante l’impresa dannunziana.

ESODO croato a Fiume durante l’impresa dannunziana? Si può parlare di fuoriuscita ma non di esodo in quanto dopo il 1920 la presenza croata e slovena rimase importante a Fiume fino al 1945.

Solo dopo l’esodo degli italiani la presenza jugoslava divenne maggioritaria.

N.B. il testo di Patafta è stato pubblicato nel “Časopis za suvremenu povijest” di Zagabria, vol. 36, no. 2, 2004. Al seguente link si può scaricare l’intero saggio cliccando su Puni tekst. 

Promjene u nacionalnoj strukturi stanovništva grada Rijeke od 1918. do 1924. godine 
(Cambiamenti nella struttura nazionale della popolazione di Fiume dal 1918 al 1924)

Nella colonna anno 1924 del prospetto sottostante Patafta riporta solo 4.970 croati e 1674 sloveni, ma si dimentica di segnalare i serbi…

Nel censimento italiano del 1925 vengono riportati  croati  e sloveni come jugoslavi e risultano ben 10.353 persone.

a cura di Marino Micich (Società di Studi Fiumani)

0 Condivisioni
Torna su