Il Piccolo – 290308 – Com’era la Posta nella vecchia Dalmazia

Continua l'attività di promozione culturale del Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa di Trieste. Dopo la recente mostra dedicata alla figura di Guglielmo Marconi e alla Quinta collettiva dell'Associazione di Storia Postale del Friuli e della Venezia Giulia, si inaugura il 2 aprile una
inedita rassegna intitolata «Le comunicazioni postali della Dalmazia illustrate dai documenti postali».
La mostra curata dalla direttrice del Museo Postale Chiara Simon è stata realizzata assieme all'Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste, alla Associazione per lo studio della storia postale di Padova e all'Associazione di storia postale del Friuli e della Venezia Giulia.
«Con questa rassegna – spiega la curatrice museale – si è inteso organizzare un viaggio nella storia per scoprire le vie postali della regione dalmata dalla pre filatelia alla filatelia vera e propria. E' una storia postale di una terra affascinante e sfaccettata, dove le principali città della sua fascia costiera contribuirono allo sviluppo postale con l'evolversi delle relazioni commerciali e delle direttrici marine. Vicende – continua Chiara Simon – che partono dalle avventure del Bailo veneziano di Costantinopoli, sorta di ambasciatore che si occupava pure di affari, e che nella capitale ottomana gestiva il regolare corso di posta del Dispaccio Pubblico, rappresentato da una fregata che ogni mese trasportava le lettere tra Venezia e Costantinopoli via Cattaro».
La storia postale dalmata passa ovviamente anche attraverso le occupazioni austriache e napoleoniche, per imbarcarsi alla fine dell'Ottocento sulle navi del Lloyd Austriaco.
La mostra, sarà visibile sino al primo di giugno. Nell'occasione verranno messi a disposizione degli appassionati e cultori di storia postale uno speciale annullo filatelico e una cartolina dedicata. Per informazioni su museo e manifestazione, il telefono è lo 040/6764294 , l'email
museopostaletrieste@posteitaliane.it