«Gli esuli ci hanno insegnato a essere italiani»

Enrico Michetti e l’On. Giorgia Meloni hanno visitato nel corso della campagna elettorale per le elezioni comunali di Roma Capitale il Quartiere Giuliano-dalmata insieme a Massimiliano De Juliis (candidato Presidente del IX Municipio) e a Roberto Cipolletti (in lizza per l’Assemblea capitolina). Dopo aver deposto una corona al monumento all’Esodo in Piazza Giuliani e Dalmati, Michetti e Meloni hanno tenuto un breve comizio, in cui la leader di Fratelli d’Italia ha ricordato l’attenzione che la Destra ha sempre dedicato nei consessi elettivi alle problematiche degli esuli istriani, fiumani e dalmati ed alle questioni del confine orientale, riconoscendo un debito di gratitudine: «La storia degli esuli – ha dichiarato la Meloni – è stata per noi un grande esempio di patriottismo: guardando a voi, abbiamo imparato ad essere veramente italiani»

L’intervento di Giorgia Meloni al Quartiere Giuliano-dalmata

Intervenendo assieme a Marino Micich (Museo Archivio storico di Fiume con sede proprio nel quartiere) in rappresentanza del coordinamento delle associazioni presenti sul territorio, la prof.ssa Donatella Schürzel, Presidente del Comitato provinciale di Roma dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, ha chiesto attenzione non solo nei confronti della tutela della memoria (installare la Panchina Tricolore in memoria di Norma Cossetto e delle vittime dei totalitarismi al confine orientale) e della valorizzazione culturale della zona (tabella QRcode), ma anche del decoro urbano e della sicurezza.

Michetti e De Juliis hanno riconosciuto che quest’area ha una matrice sua particolare che ne fa un unicum in tutta Roma e quindi saranno necessari interventi mirati e specifici per valorizzarla adeguatamente. [LS]

RomaToday: Parte dall’Eur la campagna di Michetti con l’omaggio alle vittime delle foibe – 08/09/2021

Il Secolo d’Italia: Foibe, non esiste sofferenza di serie A e di serie B – 08/09/2021

0 Condivisioni
Torna su