Aise – 100108 – Il Rinascimento italiano a Lubiana

LUBIANA\ aise\ – In occasione dell’inizio del semestre di presidenza slovena del Consiglio dell’Unione Europea, l’Istituto Italiano di Cultura di Lubiana ha organizzato una serie di eventi dedicati al Rinascimento.
Martedì, 15 gennaio, alle ore 18.00, l’Istituto ospiterà la conferenza di Franca Falletti su "Il David di Michelangelo: restauro, monitoraggio, manutenzione". La Falletti, che è direttrice della Galleria dell’Accademia di Firenze, illustrerà le varie fasi del restauro del David di Michelangelo avvenuto fra il 2002 e il 2004. La conferenza si terrà in italiano con traduzione simultanea in sloveno.
A seguire si terrà l’inaugurazione della mostra, curata dalla stessa Falletti, "Obbiettivo David", che vedrà esposte le fotografie di Aurelio Amendola, Maria Brunori e Luciana Majoni. Se l’obbiettivo di un grande fotografo si punta su un mito può inaspettatamente accadere che si creino nuove vie di lettura di un capolavoro che tutti credevamo di conoscere in ogni suo aspetto…
La mostra, organizzata in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino, resterà aperta al pubblico sino al 15 febbraio 2008.
"Alberti, Leonardo e Vasari: tre fonti preziose per la nostra storia dell’arte" è invece il titolo della conferenza che Alessandro Cecchi terrà, sempre presso l’Istituto Italiano di Cultura di Lubiana, mercoledì, 16 gennaio, alle ore 17.00.
La conferenza, che vedrà gli interventi degli esperti sloveni Marko Uršic, Igor Škamperle, Miklavž Komelj e Fedja Košir, trae spunto dalla presentazione al pubblico delle edizioni in lingua slovena dei libri di Leon Battista Alberti "Trattato sull’Architettura", Leonardo da Vinci "Trattato sulla Pittura" e Giorgio Vasari "Le Vite", tutti a cura della casa editrice Studia Humanitatis.
Alessandro Cecchi, già direttore del Dipartimento della pittura dal Medioevo al primo Rinascimento della Galleria degli Uffizi di Firenze e attualmente direttore del Museo Giardino di Boboli, esporrà il suo pensiero sulle figure di questi tre importanti personaggi vissuti nell’arco temporale che va dall’Umanesimo al tardo Rinascimento.
L’evento, come il precedente, è organizzato in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino e prevede un servizio di traduzione simultanea. (aise)