Ultima giornata della Bancarella tra storia e memoria

I lavori della quarta ed ultima giornata della Bancarella 2021. Salone del libro dell’Adriatico orientale, rassegna a cura del Centro di Documentazione Multimediale della cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata (CDM) e del Comitato provinciale di Trieste dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, saranno dedicati al tema “Dalle memorie alla storia” e visibili in diretta sui siti www.anvgd.it e www.arcipelagoadriatico.it

L’incontro mattutino metterà in relazione Istria e Puglia, poiché verranno presentati i libri “Aldo Pugliese, da profugo istriano a leader sindacale” (con gli interventi del protagonista, del leader sindacalista ed esule Giorgio Benvenuto e degli storici Pietro Neglie e Giuseppe Parlato) e “Dall’Istria a Taranto per restare italiani” del prof. Vito Fumarola.

Il tema dell’Esodo sarà al centro anche della prima sessione pomeridiana, nel corso della quale saranno presentati “La Patria perduta” di Elio Varutti (inerente il Centro Raccolta Profughi di Laterina, in provincia di Arezzo), “Vita a Palazzo Silos” (le memorie di Anna Maria Marsi profuga a Trieste) e “I 60 anni del Villaggio San Marco a Fossoli” (lavoro a cura del Comitato di Modena dell’Anvgd vincitore del Premio Tanzella 2020).

Delle varie facce del terrore che caratterizzò il consolidarsi della dittatura comunista di Tito in Jugoslavia si parlerà in seguito con Paolo Sardos Albertini (Presidente della Lega Nazionale e del Comitato Onoranze ai Martiri delle Foibe) ed il giornalista Andrea Romoli, autore di reportage dedicati alle foibe e fosse comuni recentemente scoperte in Slovenia. Matteo Carnieletto presenterà, invece, il reportage dedicato al “campo di rieducazione” di Goli Otok che ha scritto per la testata online InsideOver grazie ad un crowdfunding cui ha aderito anche l’Anvgd; assieme a lui interverranno il giornalista Fausto Biloslavo ed il Prof. Giuseppe Parlato, Presidente del comitato scientifico del CDM.

Si torna nella Reggenza Italiana del Carnaro di Gabriele d’Annunzio a Fiume con il saggio “Quis contra nos” che verrà presentato dall’autore Federico Lorenzo Ramaioli insieme a Marino Micich (Direttore del Museo Archivio Storico di Fiume), Giuseppe Parlato ed Alessandro Agrì (UniMoRe).

La rassegna si chiuderà con un tributo ad Alida Valli, di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita: il critico cinematografico Alessandro Cuk presenterà insieme a Mimmo Verdesca (regista dell’apprezzatissimo docufilm “Alida”) e Pierpaolo De Mejo (nipote della diva polesana) le nuove iniziative che l’Anvgd intende realizzare per celebrare la grande attrice istriana.

Tv Capodistria: A Trieste “La Bancarella. Salone del libro dell’Adriatico orientale” – 25/09/20201

Il Piccolo – 26/09/2021

0 Condivisioni
Torna su