Trieste: Esuli europei – la Casta degli eletti

Le "porte chiuse" del Congresso degli Esuli europei non ci consentono di andare oltre alle dichiarazioni ufficiali senza riscontro. Undici delle 48 organizzazioni presenti hanno firmato il patto di fondazione del "sindacato" che però curerà gli interessi anche delle altre 37 che non hanno firmato.

Una generica dichiarazione però pare abbia la firma di tutte le 48 organizzazioni che, a dire dell'Unione degli istriani, erano presenti.

La vasta rappresentatività dell'Unione degli Istriani, che supera addirittura lo 0,50% all'interno della nuova organizzazione, avrebbe forse avuto bisogno di un rimpinguamento che però i vertici triestini si sono ben guardati dal cercare, in quanto unici depositari del verbo dell'Esodo.

Sommersi dallo strapotere austro-tedesco, li aspettiamo alla controprova, ovvero quando vedremo i risultati concreti di questa politica estera d'assalto. Fino ad allora saranno solo parole.

Nel pomeriggio di oggi sono state pubblicate le prime foto ufficiali del congresso, che confermano il basso profilo già evidenziato nei nostri commenti del giorno d'apertura.