Laura Antonelli e Jean-Paul Belmondo, una coppia franco-italiana

L’Istituto Francese di Napoli “Grenoble”, la Cineteca Nazionale, la Sede nazionale ed il Comitato provinciale di Roma dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia organizzano la mostra cinematografica e rassegna fotografica “Senza malizia. Laura Antonelli e Jean-Paul Belmondo, una coppia franco-italiana”.

Lunedì 31 gennaio alle ore 17:30 sarà inaugurata, all’Istituto francese di Napoli “Grenoble” (via Francesco Crispi, 86), la mostra fotografica dedicata a Laura Antonelli. Inizia così l’omaggio dall’attrice di origine istriana, particolarmente legata alla città partenopea ma anche alla Francia, attraverso il suo sodalizio artistico e sentimentale con l’attore Jean-Paul Belmondo.

L’esposizione di scatti inediti, realizzata grazie alla collaborazione dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD), racconta alcuni momenti della vita dell’attrice. Dalla gioventù a Napoli nel Campo profughi agli inizi della carriera “franco-italiana”; dal sodalizio sentimentale con Jean-Paul Belmondo all’eleganza delle sue ultime interpretazioni. I primi scatti, del francese Marc Gourou, rivelano una giovanissima Laura Antonelli, sul set del “noir” Senza movente (Sans mobile apparent, 1971), del regista francese Philippe Labro. Nel film l’attrice interpreta una ragazza fragile, prostrata, vittima alcuni anni prima di una violenza di gruppo della quale non si è mai ripresa. Le immagini successive ritraggono la coppia Antonelli – Belmondo nei momenti di maggior splendore: dagli istanti “cinematografici”, come al trucco, sul set del film Gli Sposi dell’Anno II (Les mariés de l’An II) di Jean-Paul Rappeneau, al glamour del Festival di Cannes del 1974, e alle immagini di vita privata. Si prosegue con gli scatti del fotografo italiano Fiorenzo Niccoli, realizzati durante le riprese del film di Mauro Bolognini, Gli Indifferenti (1988). L’attrice quasi cinquantenne indossa gli splendidi abiti di Piero Tosi; interpreta il ruolo, dall’apparenza algido e distaccato, di Mariagrazia, esponente dell’alta borghesia romana. Oltre a queste immagini sono esposte alcune fotografie raccolte nel tempo da Gilberto Provenghi, il fedele truccatore e amico della Diva: si tratta di divertenti “istantanee” che oggi si potrebbero scattare con un cellulare. Documentano la complicità, la simpatia e l’affetto che si erano instaurati tra i due, nella vita e sul set.

Dopo l’inaugurazione della mostra sarà proiettato, in sala Dumas, il video: “Appunti per un documentario su Laura Antonelli”, di Bernard Bédarida e Nello Correale che, con Donatella Schürzel e Diego Lazzarich dell’ANGVD, racconteranno al pubblico alcuni aspetti noti e meno noti dell’attrice.

A seguire: la versione italiana di Gli Sposi dell’Anno II (Les Mariés de l’An II, 1971) di Jean-Paul Rappeneau.

0 Condivisioni
Torna su

Scopri i nostri Podcast

Scopri le storie dei grandi campioni Giuliano Dalmati e le relazioni politico-culturali tra l’Italia e gli Stati rivieraschi dell’Adriatico attraverso i nostri podcast.