Giuseppe Callegarini, un eroe istriano sconosciuto – 04mar16

 

Con il libro “Giuseppe Callegarini. Un eroe sconosciuto. Martiri del lavoro ed eroi della Resistenza in Istria” il Circolo “Istria” prosegue la sua attività di  approfondimento della nostra Storia e di ricerca della Verità presentando il risultato di un’analisi  sulla Resistenza Italiana in Istria  attraverso il percorso di vita di Giuseppe Callegarini e i martiri del lavoro, ricordando la nobile figura di Arrigo Grassi caduto nel tentativo di soccorrere i suoi compagni di lavoro coinvolti  nel disastro minerario di Arsia-Arsa.

Venerdì 11 marzo 2016 alle ore 17.30 presso la Libreria Minerva – via San Nicolò, 20 – Trieste, presenti gli autori: Livio Dorigo – Stefano Furlani- Biagio Mannino – Luciano Santin e Roberto Spazzali; coordina  Anna Piccioni.

Pubblichiamo, per gentile concessione dell’autore, l’introduzione di Livio Dorigo.

 

Eravamo tutti fascisti.

Una ignobile offesa soprattutto nei confronti di quegli istriani che per affermare valori di libertà e democrazia, combattendo, hanno immolato le loro vite nella lotta antifascista e nella Resistenza contro il connubio sabaudo-mussoliniano e di tutti coloro che ad iniziare dalla guerra civile in Spagna hanno combattuto e dopo il tragico 1943, numerosissimi nelle file partigiane contro l’occupante nazifascista e poi, con atto di civile coerenza, hanno scelto la via dell’esilio.

Ricercare la verità è lavorare per la pace.

La verità come la luce intensa acceca. E’ la tragedia del genere umano. Così ispira Sofocle.

Spicca, tra le tanti nobili figure, Leo Valiani di Fiume, Padre Costituente che, membro del triumvirato Comitato di Liberazione Alta Italia ordino, nel 1945, l’insurrezione contro l’occupatore tedesco.

Mario Maovaz al cui nome è intitolata la biblioteca di Ventene e Pino ed Antonio Budicin, nomi che purtroppo le giovani generazioni ignorano.

Affinchè il loro ricordo, sia d’esempio ai giovani di oggi, il nostro Circolo ha profuso e profonde grandissimo impegno.

Un particolare ed affettuoso ricordo è stato dedicato al giovane intellettuale eroe e martire Giuseppe Callegarini.

L’esperienza di vita di questo grande personaggio è simile a quella di moltissimi giovani di allora, giovani che hanno voluto distinguere e difendere l’amore per la giusta pace.

A questo giovane eroe il nostro Circolo Istria unitamente all’Isituto per la Storia della Resistenza di Trieste, ha collocato un cippo alla memoria sul Colle di San Giusto.

Vogliamo unire al ricordo di Giuseppe Callegarini, eroe e martire della Resistenza, Medaglia d’Oro al Valore Militare, Arrigo Grassi eroe e martire del lavoro deocrato con Medaglia d’Oro al Valor Civle “fulgido esempio di abnegazione e di solidarietà verso i propri compagni di lavoro”.

Arrigo Grassi fu sopreso dallo scoppio nelle profondità della minira d’Arsia assieme ai suoi compagni di lavoro. Già in superficie, riornò ben sette volte nelle viscere della terra portando in salvo sei uomini. Nell’ultimo tentativo fece dono della propria vita.

 

Livio Dorigo