E se cercassi una ragazza delle mie parti?

Ho 28 anni e sono nipote di un esule da Albona. Non ho ancora un lavoro fisso ma avendo studiato spero di trovarlo presto: nel frattempo mi accontento di brevi contratti a tempo. Ho avuto diverse storie sentimentali e tutte finite in un modo o nell'altro. Sono sempre stato attaccato alla terra di origine dei miei nonni e ci torno ogni volta che posso.
Stavo pensando che forse anche in amore dovrei cercare qualcosa che richiami alle origini della mia famiglia, che so, una nipote di esuli o una ragazza di lingua italiana rimasta in Istria. Può essere una strada da percorrere quella di cercare una persona con delle origini comuni? È possibile che un passato comune faciliti un rapporto in prospettiva futura? Oppure sto sbagliando nel pensarla così?

Giovanni, mail

 

 

Caro Giovanni, grazie del contatto e del tema intrigante che proponi. Titolo: “Moglie buoi dei paesi tuoi”. Prospettiva seducente ma…quante volte può funzionare? Mi spiego. Mi onora che tu sia attratto da quelle terre. Spesso custodiscono una bellezza paesaggistica da capogiro, carismatica, ma…le persone? Rare quelle che mantengono ancora vivo, pulsante, il cordone ombelicale con le proprie origini etniche e storiche. Questo perché forte è il condizionamento educativo e politico di quei luoghi. Non stai affatto sbagliando nel pensare un percorso così…si può dire “speciale”? Vediamo di aggirare eventuali ostacoli ragionando con il cuore. E sperando che il tuo cuore abbia antenne non banali, gli chiederei seriamente: “Chi o cosa stai cercando? Una radice interiore? Un cuore che cerca una sintonia a 360 gradi, complice un confronto sincero?  Oppure un cerchio che si chiude?”.
Caro amico Giovanni, concediti una riflessione superficiale e, quando ti sentirai pronto,  ordina al tuo cuore di seguire il suo istinto. Cosa farei io? Con molta emozione affronterei due partite proponendomi, ovviamente, di vincerle. La prima sarà quella di rivivere quelle splendide terre con il supporto dei ricordi di parenti o persone che hanno vissuto lì. Questo per avere  punti di riferimento preziosi per il cuore e la mente. Seconda partita. Grazie al cielo, in Italia esistono associazioni che calamitano persone come noi. E se ci fossero anche qui cuori di dolci fanciulle che aspettano il tuo cuore, caro Giovanni? Per cercare origini comuni e sogni da trasformare in realtà. Perché non provi a mettere un annuncio, breve, conciso, nella mia rubrica? Una sincera stretta di mano.

Claudio