23 nov – Finita l’odissea per i 2 pescherecci italiani

Alle 15,30 di venerdì 21 si è conclusa l’odissea dei due pescherecci pescaresi messi sotto sequestro dalle autorità Croate perché sconfinati in acque territoriali croate, così come accertato e comunicato dalle autorità del luogo che hanno constatato uno sforamento di appena 0,14 centesimi di miglio.

L’armatore delle due imbarcazioni ha incontrato gravi difficoltà sia per l’assistenza in loco, come d’altronde ha confermato l’ambasciatore italiano a Zagabria per l’assenza di un uffici in quell’area peraltro soggetta a episodi di questo genere, sia per la definizione della procedura di sanzione a cui le imbarcazioni sono state sottoposte. Infatti il pagamento della sanzione comminata, applicata al minimo consentito, si è tramutato in una peripezia, poiché le autorità locali non hanno ritenuto validi la notizia dei bonifici effettuati dalla città di Spalato, per cui si è reso necessario far pervenire direttamente con un uomo di fiducia dell’armatore con i documenti delle transazioni da Spalato a Vis.

Solo alla presa visione diretta dei documenti originali il giudice ha acconsentito al rilascio delle imbarcazioni e dei relativi equipaggi che, partiti intorno alle 16 sono attesi in porto a Pescara per la mattinata di domani, andando incontro anche a una navigazione non proprio agevole viste le cattive condizioni meteo.

 

(fonte tuttoabruzzo.it)