vaccari.it – 051107 – Chiavari: la mostra filatelica ci sarà ugualmente

Manca il soggetto principale, cioè la carta valore, ma la mostra su Fiume “città già italiana” -garantisce il Circolo culturale filatelico numismatico chiavarese- si svolgerà lo stesso. È in programma a Chiavari (Genova) il 10 e l'11 novembre, al primo piano della Civica galleria palazzo Rocca, in via Costaguta 2 (orari 9-12 e 16-19, ingresso libero).

“Avevamo previsto tutto -ammette a «Vaccari news» il presidente del sodalizio, Dario Peretti, ma il rinvio del francobollo ci ha costretto a cambiare, almeno parzialmente, il programma”. Anche l'annullo, collegato allo stesso tema, non ci sarà più. Resteranno solo le cartoline realizzate dal Circolo. E poi la mostra, che affronta Fiume proponendo circa 240 fogli di filatelia e storia postale, ma anche cartoline, documenti e numismatica, con studi realizzati da Sergio Bellagamba, Ferruccio Lust, Fulvio Mohoratz e Dario Peretti.

Caduta pure l'inconsueta iniziativa promozionale: regalare ai primi 500 visitatori di domenica il 65 centesimi “Fiume – Terra orientale già italiana”. “Abbiamo dovuto adattarci”, aggiunge Ferruccio Lust. “Metteremo un registro per i visitatori ed invieremo, a chi lo firmerà aggiungendo il proprio indirizzo, il francobollo, quando uscirà”.

L'auditorium San Francesco, infine, sabato alle ore 10 ospiterà l'incontro che, nelle ipotesi iniziali, avrebbe dovuto presentare la carta valore.

Chiavari ha un collegamento particolare con i vecchi confini orientali. Una parte della popolazione proveniente dall'Istria e da Fiume, dopo la Seconda guerra mondiale, trovò accoglienza nella zona e, in particolare, alla colonia Fara. I grandi cameroni dello stabile -ricordano i promotori della manifestazione filatelica- erano “stati divisi con coperte per formare piccoli «appartamenti», che accoglievano famiglie diverse; notevole il disagio ma grande era lo spirito di sopportazione e di collaborazione”.

Intanto, il francobollo ha il suo momento di gloria. Su internet si trovano numerose offerte -segno che una certa distribuzione c'è stata- per valori singoli, blocchi e addirittura fogli interi, con cifre di ogni genere.