Uto Ughi ricorda le foibe e difende Napolitano

"Le foibe sono una tragica eredità della guerra", ha detto oggi il violinista Uto Ughi, in margine alla presentazione del suo programma radiofonico 'Uto Ughi racconta: grandi autori per il violino'. "Una tragedia, che io conosco bene. I miei genitori – ha spiegato – erano infatti di Pirano, in Istria, e dovettero andare, via perdendo tutto. Sono tristi avvenimenti, ingiustizie di ogni campo e di ogni guerra. Ha fatto bene il presidente Napolitano a parlarne, perché in Italia se ne sono accorti in ritardo".

 

fonte Ansa