Unione degli Istriani: abbiamo ottenuto le restituzioni

Sulle restituzioni dei beni degli Esuli, interviene la segreteria di presidenza dell'Unione degli istriani, con la seguente mail che ci è giunta da Trieste.

"Informiamo che l'Unione degli Istriani nello scorso 2006, senza alcuno appoggio delle associazioni consorelle, ha fatto restituire i seguenti immobili ai rispettivi proprietari originari:
2 abitazioni nel Comune di Capodistria
65 tra terreni, boschi e pascoli nell'attuale parte slovena dell'Istria.
In Croazia è impossibile al momento.
Ognuno persegue obiettivi e traguardi che crede, il diritto alla proprietà per l'Unione degli istriani è sacro e prioritario.
Il dialogo è giusto e perseguibile, se porta a qualcosa di concreto: sessant'anni di Governi non hanno pagato nulla agli esuli, salvo briciole di acconti, e nessuno ha ammesso le truffe a danno della nostra gente.
Chi crede che strategie e logiche di alcune associazioni, rimaste immutate da cinquant'anni, siano efficaci oggi, quando il "mondo" è mutato, è libero di farlo. L'Unione degli istriani ha inteso portare le questioni in Europa e le cose effettivamente si stanno muovendo, chi ha un po' di pazienza vedrà forse qualcosa di diverso.
 
R.Manzutto
Segreteria di Presidenza —
Unione degli Istriani
"

Aggiungiamo intanto per dovere di cronaca che l'Unione degli istriani non ha mai chiesto all'ANVGD il suo appoggio sulla questione delle restituzioni, ed è quindi normale che non l'abbia ottenuto.

Inoltre appare quantomeno curioso che sia stata l'Unione degli Istriani a far ottenere le restituzioni, dato che non ha alcun titolo per trattare con le istituzioni slovene. Le restituzioni le chiedono solo i legittimi proprietari ed i loro legali.   

Per finire sottolineiamo come adesso anche l'U.I. comincia a chiedere pazienza agli Esuli: devono aver finalmente capito che nulla si ottiene con uno schiocco di dita.