Udine: tifosi croati danno il peggio (gazzetta.it 03 dic)

Gli ultrà croati invadono Udine (partita Udinese-Dinamo Zagabria), ma è dentro lo stadio che danno il peggio. Prima della partita in tre cadono dalle gradinate e sono costretti ad andare in ospedale. Il più grave, ubriaco fradicio, decide di lanciarsi da solo da oltre quattro metri d'altezza. Ricoverato al Santa Maria della Misericordia di Udine, gli vengono riscontrati un trauma cranico e qualche frattura. I temuti tifosi della Dinamo, però, hanno fatto parlare di loro anche per altri spiacevoli motivi: dodici quelli fermati prima della partita per tentativo di furto e atti vandalici in un autogrill.

Sugli spalti intanto i tifosi di Zagabria non ci stanno a perdere. Al 77', all'ennesimo petardo lanciato in campo, l'arbitro rispedisce le due squadre negli spogliatoi sospendendo la partita. Biscan e Sokota, dopo cinque minuti, vanno sotto la curva per cercare di calmari i propri tifosi, ma subiscono anche loro il lancio di oggetti. Si decide comunque di riprendere, dopo dieci minuti di stop.