”Trieste antiqua” alla Stazione Marittima (Il Piccolo 28 ott)

La presenza di antiquari svizzeri, al loro debutto sulla piazza triestina. L’arricchimento della manifestazione, in virtù di tre mostre complementari, la prima dedicata ai 90 anni di vita della Triestina calcio, la seconda agli stemmi dei club automobilistici di tutto il mondo, la terza intitolata «Archeologia della grande Guerra», con l’esposizione dei cimeli del conflitto di cui quest’anno si celebrano i 90 anni dalla conclusione. Sarà un’edizione ricca di nuove iniziative quella di quest’anno di «Trieste antiqua», mostra mercato dell’antiquariato, che aprirà i battenti sabato, tornando nella sua sede tradizionale, all’interno della Stazione marittima, per protrarsi fino al 9 di novembre.

La partecipazione di una cinquantina scarsa di espositori, «quanti ne può contenere la struttura» ha precisato Claudio Giorgi, presidente di PromoTrieste, l’ente organizzatore, è garanzia di grande qualità, caratteristica sempre apprezzata dai triestini e dai turisti nelle 25 edizioni precedenti. Confermato anche il carattere internazionale della manifestazione che, oltre ai già citati antiquari svizzeri, vedrà presenti operatori sloveni, austriaci e ungheresi. Sarà attivata anche una collaborazione con i negozianti della Confcommercio.

Coloro che effettueranno acquisti negli esercizi che esporranno la locandina di «Trieste antiqua», per un valore minimo di 20 euro, potranno beneficiare di uno sconto del 33 per cento sul biglietto d’ingresso, pagando sei euro anziché nove, presentando lo speciale biglietto che sarà loro consegnato dagli stessi negozianti e lo scontrino.

Giorgi ha approfondito i contenuti delle tre rassegne collaterali. «Per quanto riguarda ”Triestina antiqua, 90 anni di cimeli dell’Unione” – ha spiegato – saranno esposte testimonianze sulla principale realtà sportiva della città, che risalgono ai primi dello scorso secolo, con gagliardetti, magliette, palloni». All’inaugurazione di «Trieste antiqua», in programma venerdì sera, alle 18.30, saranno presenti alcuni giocatori e una delegazione della società. C’è molta attesa per vedere un biliardino degli anni ’30, con una delle due squadre che indossa la casacca alabardata. Saranno esposte anche maglie originali della prima squadra risalenti agli anni ’40. La mostra dedicata agli stemmi dei club automobilistici sarà organizzata dal comitato regionale dell’Associazione per la ricerca sul cancro (Airc), con circa 150 pezzi esposti.

L’assessore comunale alla Cultura, Massimo Greco ha presentato la terza mostra collaterale, dedicata alla Prima guerra mondiale «che si inserisce – ha sottolineato – in un più ampio contesto di iniziative avviate dall’amministrazione per questo importante anniversario».

«Trieste antiqua» sarà visitabile dall’1 al 4 novembre dalle 10 alle 20, dal 5 al 7 dalle 15 alle 20, mentre negli ultimi due giorni, l’8 e il 9, nuovamente dalle 10 alle 20. La mostra sarà dedicata alla memoria di Franco Milosic, direttore di PromoTrieste e artefice della mostra fin dalle prime edizioni e recentemente scomparso.

Ugo Salvini