radiovaticana.org – 090607 – il 26esimo “Pellegrinaggio dei tre popoli”

UDINE, 9giu07 – Un’occasione per “rafforzare quei vincoli di amicizia e di fraternità che gli uomini con tanta fatica riescono a mantenere”. Così l’arcivescovo di Udine, mons. Pietro Brollo, presenta ai fedeli della diocesi l’edizione 2007 del “pellegrinaggio dei tre popoli”, iniziativa che da 26 anni coinvolge pellegrini delle diocesi italiane di Udine e Gorizia, di quelle slovene di Lubiana, Maribor e Capodistria, e di quelle austriache di Klagenfurt e Graz. Ogni anno una delle diocesi coinvolte ospita i pellegrini: quest’anno toccherà alla diocesi austriaca di Klagenfurt. Tema del pellegrinaggio, che si svolgerà il 23 giugno, sarà: “Incontrare Gesù”. “Quest’anno – scrive mons. Brollo – l’incontro dei tre popoli giunge con un certo anticipo rispetto alla scadenza d’agosto degli anni passati. Il vescovo di Klagenfurt, infatti, ci invita il 23 giugno a Millstatt, luogo incantevole tra i monti e presso il lago, ma non meno interessante per l’abbazia benedettina, fondata nel sec. XI, uno dei più noti centri spirituali e culturali della Carinzia, ove ci ritroveremo”. L’anno scorso,
il “pellegrinaggio” venne ospitato dalla diocesi di Udine. Meta dell’incontro fu il Santuario del Lussari. Tema: “Maria, testimone dell’amore di Dio”. Si trattò di un ritorno alle origini. Il “pellegrinaggio dei tre popoli” infatti, ebbe inizio al Santuario del Lussari nel 1981, per intuizione dell’allora arcivescovo di Udine, mons. Alfredo Battisti. “Friulani, sloveni e carinziani – spiega la diocesi di Udine – si ritrovarono per ridare vigore alle comuni radici cristiane, anticipando la fine della guerra fredda e la caduta dei confini nell’Europa unita”.
(Sir – MANCINI)