Pola, Fiume, Zara: la questione delle sigle provinciali

Ci vengono segnalate da più parti alcune incongruenze relative all'uso della sigla della provincia per gli Esuli nati nelle provincie di Pola, Fiume e Zara.

Bisogna innanzi tutto chiarire che la legge 54/1989 parla solo dell'indicazione del luogo di nascita e non della provincia. E' altresì vero che molti programmi informatizzati prevedono l'obbligo di inserire, per i nati in Italia, la sigla della provincia; in questo caso pare che ogni amministrazione gestisca autonomamente la cosa.

L'Agenzia delle Entrate ha specificato di aver usato le sigle PO, FM e ZA, anche se tale dato non influiva sulla composizione del codice fiscale.

Il problema è nato quando alla neo-provincia Prato è stata assegnata la sigla PO.

A questo punto l'Agenzia delle Entrate ha cominciato ad utilizzare per Pola la sigla PL, per cui gli Esuli nati in provincia di Pola possono trovarsi sui documenti fiscali sia la sigla PO che PL e di conseguenza le varie amministrazioni possono gestire in maniera differente la sigla, così come avviene anche per Fiume e Zara.

Gli Esuli quindi che si dovessero trovare nella condizione di fornire ad un qualsiasi operatore la sigla della provincia di nascita, potranno dare queste indicazioni:

per Pola: PO o PL

per Fiume: FM o FU

per Zara: ZA o ZR.

Nel caso che gli operatori non riconoscano nessuna di queste sigle, il problema sta nel fatto che il loro programma non tiene conto dei comuni ceduti alla Jugoslavia. Ma questo è un problema più generalizzato, che rientra fra l'altro negli argomenti del Tavolo di coordinamento Governo-Esuli.