Padre Missori commemorato a Monte Compatri (RM)

di Maria Luisa Botteri

 

Padre Missori è mancato il 29 settembre 2006 e in suo onore la Pro Loco 2000, con il supporto del Comune di Monte Compatri e della Società Dalmata di Storia Patria, ha realizzato, a un anno dalla morte, un serie di iniziative tra cui un convegno dedicato alla sua vita e agli studi  su Tommaseo e Rosmini.
 Ma chi è?
Virgilio Missori nacque a Montecompatri (Roma ) il 16-5-1921 da Odilio e  Agnese TASSI.  Era di Borgo  Missori , secondo di quattro figli maschi , Don Paolo Pallottino morto nel 1962,  Nando che emigrò in America e Sandro.
V. Missori prese i voti  a 17 anni nell’Istituto di Carità dei padri rosminiani. Si laureò in lettere  all’Università di Roma e a 29 anni divenne sacerdote e  insegnante al Liceo Rosmini di Torino e poi preside. A 47 passò al Liceo di Domodossola, dove profuse la sua competenza dantesca ( conosceva la Divina Commedia a memoria..). A 66 anni tornò a Torino nei licei classico e scientifico. Insegnò per 44 anni. A 75 anni si trasferì a Roma nella sede dei Rosminiani di San Carlo a Corso, dove ha vissuto fino al 29 settembre 2006.Attento studioso di Dante è stato un grande esperto contemporaneo di Tommaseo del quale ha pubblicato il carteggio con Rosmini in tre volumi e quello con Viesseux in 2 volumi.
Socio di molte Accademie culturali e , in particolare,  della Società Dalmata di Storia Patria che lo annoverava tra i suoi soci fin dal 1967, quando viveva  a Domodossola.

L’iniziativa organizzata da PARROCCHIA, COMUNE, PRO LOCO e BORGO S. MICHELE per onorare padre Missori e festeggiare San Michele prevedeva il seguente programma:   Ore 16,30  Conferenza su:   “Don Virgilio Missori,  un  Rosminiano di Monte Compatri”  Presiede: Prof.ssa Maria Luisa Botteri
 Responsabile della sezione Cultura della Pro Loco di Monte Compatri

intervengono:  Avv. Marco De Carolis, Sindaco di Monte Compatri: Saluto ai convenuti  Sup. Prov. Rosminiani Don Umberto Muratore :“Monte Compatri e i Rosminiani”  Prof.ssa Rita Tolomeo: “Tommaseo negli studi di Don Virgilio Missori ”  Prof.ssa Felicita Di Meo: “ Carteggio Tommaseo Rosmini”   Ore 18,00    Santa Messa inaugurale nella restaurata chiesa di San Michele                    Presieduta dal Vescovo   Mons. Giuseppe Matarrese  Ore 19,00    2° SAGRA DELLA CICERCHIA  al Borgo San Michele.
 Il tutto è iniziato alle 16,30  presso  il tinello Borghese (ex cinema Italia)  con la conferenza-convegno su “Don Virgilio Missori,  un  Rosminiano di Monte Compatri” .
Presiedeva la Prof.ssa Maria Luisa Botteri  responsabile della sezione Cultura della Pro Loco di Monte Compatri. E’  intervenuto dapprima l’Avv. Marco De Carolis, Sindaco di Monte Compatri  per un breve  saluto ai convenuti , quindi la Prof.ssa Rita Tolomeo ha svolto la sua approfondita, e ricca di notizie, relazione su “Tommaseo negli studi di Don Virgilio Missori ”.
La Prof.ssa Felicita Di Meo che avrebbe dovuto trattare l’argomento  “ Carteggio Tommaseo Rosmini” non è potuta intervenire per un incidente subito il giovedì precedente. Ha mandato un messaggio in cui ricordava con molta stima e affetto  la  collaborazione con padre Missori ai tempi della propria tesi di laurea Non dimenticando che Rosmini è legato a San Michele per la gestione della Sacra di San Michele in Piemonte, è intervenuta l’arch. Cristiana Aletto, Presidente dei volontari della Sacra, che ha illustrato la figura e l’opera di un altro grande rosminiano monticiano , Don Antonio Salvatori che, nomen omen, ha salvato la Sacra da un destino di degrado operando in modo efficace per la usa rinascita e ristrutturazione.Quindi il sup. Prov. dei  Rosminiani Don Umberto Muratore ha illustrato il rapporto privilegiato tra Monte Compatri e i Rosminiani, citandone il numero e la qualità, veramente memorabile. Non ha dimenticato di ricordare il suo rapporto di personale amicizia con  don Missori di cui ha tratteggiato un ritratto pieno di notazioni interessanti. L’incontro si è concluso con l’ulteriore intervento del Sindaco De Carolis che ha apprezzato il lavoro svolto dai convenuti.
Si è quindi svolta la seconda parte della giornata con la nuova inaugurazione della Chiesa di San Michele di cui sono appena finiti i restauri. La  Santa Messa inaugurale nella restaurata chiesa di San Michele è stata Presieduta dal Vescovo  S.E. mons. Giuseppe Matarrese ed ha visto, come del resto la conferenza precedente, un numeroso concorso di pubblico e di fedeli, tanto che molti non sono potuti entrare ed hanno dovuto sostare nelle vie adiacenti partecipando anticipamene alla  2° SAGRA DELLA CICERCHIA  organizzata dal  Borgo San Michele dove la tradizionale cucina paesana,  l’ allegria e la musica tradizionale hanno di fatto concluso la serata sul tardi.