Nuovo libro di inediti di Biagio Marin (Il Piccolo 25 set)

GRADO Il Centro Studi Biagio Marin annuncia l’uscita del secondo volume di scritti rari e inediti del poeta gradese Biagio Marin appartenenti all'Archivio Marin della Fondazione CaRiGo. Dopo «Autoritratti», il Centro Studi diretto dalla professoressa Edda Serra, presenta una nuova antologia di documenti con il titolo di «Paesaggi, storia e memoria», supplemento al n. 12 della collana «Studi mariniani» con interessanti pagine mariniane rare e inedite, alcune delle quali dedicate agli scrittori Fulvio Tomizza e Giani Stuparich, allo scultore Marcello Mascherini e a Massimiliano d'Asburgo. Nel complesso si tratta di documenti utili a ridare all'autore lo spessore storico in cui è maturata la sua poesia.

Nel frattempo, domani e sabato a Grado si terrà un convegno, intitolato «Interessi e tendenze della ricerca su Marin», destinato a giovani studiosi di Marin.

Alla due giorni mariniana parteciperanno studiosi provenienti dalle Università di Trieste, di Venezia, di Milano, Ferrara, Belgrado, Pécs, Bordeaux, e dall'editoria (Parigi); i quali segnalano la tendenza a ritornare alla ricerca biografica, alla rilettura dei «Canti de l'isola», allo studio della spiritualità religiosa, e degli interesi filosofici, ma anche dell'impegno civile, del dialogo con inttellettuali e poeti del suo tempo, alla traduzione in altre lingue e alla ricezione delle opere in altri Paesi, di un poeta cioè che in lingua italiana e nel dialetto bene esprime la complessità di questo nostro angolo d' Europa, ieri come oggi.

I lavori saranno aperti domani, alle 10, nell'Aula consiliare del Comune di Grado con il saluto del Sindaco, Silvana Olivotto, e con gli interventi di Edda Serra e di Pietro Gibellini, che ricorderà Dante Isella, grande studioso onorato con il Premio Marin per i suoi studi sulla letteratura dialettale; poi di Fulvio Senardi, Pericle Camuffo e Matteo Vercesi. I lavori proseguiranno nel pomeriggio nell'Aula magna della Scuola Media «Marco Polo», dove si concluderanno sabato mattina.

Il Comitato scientifico, che presiede il convegno accanto a Edda Serra, anima del Centro studi Biagio Marin, è costituito dai professori Pietro Gibellini (Venezia), Giorgio Baroni (Milano, Cattolica), Cristina Benussi (Trieste), Luigi Tassoni (Pécs), Zeljko Djuric (Belgrado), Luigi Fontanella (New York).