Minoranze: sloveni chiedono più garanzie (Ansa 01 nov)

(ANSA) – TRIESTE, 1 NOV – Preoccupazione per la situazione in cui si è venuta a trovare la minoranza slovena in Italia, in particolare per quanto riguarda il mondo della scuola e la riduzione dei finanziamenti, è stata espressa al Sottosegretario Nitto Francesco Palma, responsabile per le problematiche delle comunità minoritarie delle zone di confine, dai vertici della Skgz e della Sso in un incontro a Roma al quale ha partecipato anche la senatrice Tamara Blazina. I rappresentanti della comunità slovena hanno detto che la legge di tutela (38/2001) si applica con incomprensibile lentezza anche se le preoccupazioni maggiori si riferiscono alla proposta in finanziaria di un drastico ridimensionamento (40 per cento) ai finanziamenti per le attività della cumunità slovena (oltre 300 enti, associazioni e circoli culturali e sportivi). Rudi Pav i (Skgz) e Drago toka (Sso) hanno espresso la loro solidarietà alla minoranza italiana in Istria, per la quale sono pure previsti dei tagli ai finanziamenti ed hanno chiesto al Sottosegretario di intervenire anche per gli amici d'oltre confine. Il sottosegretario Palma – è detto in una nota – ha evidenziato la reale difficoltà in cui si è venuta a trovare la minoranza slovena nel Friuli Venezia Giulia ed ha promesso che contatterà il ministero dell'Istruzione e delle Finanze per cercare di trovare una soluzione adeguata. (ANSA).