Milano: incontro sullo scrittore fiumano Franco Vegliani

Si terrà il 15 ottobre alle 18 presso la sede milanese dell'Unione Femminile di Corso Porta Nuova 32 un incontro su "La figura femminile nell'opera di Franco Vegliani", a cura della prof. Sandra Arosio e organizzato dall'Unione Femminile.

FRANCO VEGLIANI, nato a Trieste nel 1915, è cresciuto tra l’isola di Veglia, la costa Liburnica e Fiume fino all’inizio della seconda guerra mondiale. Combattente sul fronte dell’Africa Settentrionale, ha trascorso quattro anni di prigionia in Egitto. Dalla fine della guerra è vissuto a Milano dedicandosi al
giornalismo ed è deceduto a Malcesine, sul lago di Garda, nel 1982. Il Saggio su Betti (1935) segnò il suo esordio nelle lettere, cui seguirono i racconti di Un uomo del tempo (1941) e la biografi a di Curzio Malaparte (1957), di cui fu segretario. In seguito apparvero le prove più mature della sua scrittura con i romanzi Processo a Volosca (1958, ripubblicato nel 1989), La frontiera (1964, ripubblicato nel 1988 e nel 1996), La carta coperta (1972) – che adesso viene riproposto in una nuova edizione – e, postumi, Lettere in morte di Cristiano Bess (1986) e Storie di animali (1991).