Messaggero Veneto – 07.05.2008 – Esodo dall’Istria, il ricordo di Grado

GRADO. In programma a Fossalon, domenica prossima, una festa che vedrà coinvolta l’intera comunità della frazione agricola per celebrare il 50° anniversario dell’esodo degli istriani, fiumani e dalmati nel Comune di Grado.

Le celebrazioni si apriranno alle 10.30 con la messa che verrà celebrata nella chiesa di Fossalon. Seguiranno i saluti ufficiali delle autorità all’interno della tensostruttura allestita per la festa accanto alla Parrocchia. Alla presenza della Banda dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Trieste in collaborazione con il complesso bandistico San Sergio, verranno consegnati dall’amministrazione Comunale diversi riconoscimenti: al parroco don Gasperini per la parrocchia e per l’Anvgd, agli ultraottantenni residenti, persone che hanno contribuito con la loro forte dedizione e impegno a dare valore alla frazione agricola. La festa sarà quindi l’occasione per inaugurare la mostra fotografica sul “Giorno del Ricordo” oltre a presentare la pubblicazione “L’esodo a Fossalon” curate da Guido Rumici.

Al pranzo sociale seguirà una conferenza con la lettura di Tullio Svettini di due brani tratti da “Il bosco di acacie” di Fulvio Tomizza, ambientato a Fossalon, e verrà proiettato il documentario dal titolo “Esodo” realizzato dalla Venice Film per conto dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Alle 18.30 spettacolo teatrale a cura di Grado teatro con la rappresentazione de “La cisterna. Istria, terra amata”.

L’importante anniversario vede coinvolta tutta la comunità gradese, da Grado alle frazioni agricole di Fossalon e Boscat: l’intento è quello di creare una festa che rappresenti l’intera cittadinanza. Dagli esuli di Fossalon, di Boscat e di Grado ai veneti e ai gradesi che hanno saputo apportare a Grado valore aggiunto in termini di professionalità, dedizione e hanno fatto crescere la località.

L’evento verrà organizzato dal Comune di Grado in collaborazione con le Associazioni degli Esuli, l’Anvgd, l’Associazione nazionale e provinciale degli Istriani, dell’Unione Istriani e Dalmati, dell’Associazione Grado Teatro, della Parrocchia, della Coldiretti e della Cia con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia.

 

Leonardo Tognon