ANVGD_cover-post-no-img

J.F. Baldé, campione di moto con sangue polesano (grandain.com 23 lug)

Intervista a Jean Francois Baldé, un campione sorridente 
 
Il centauro è stato ospite de “ I Balòss” di Dronero (Cuneo)

 

Dronero (Cuneo) – In occasione della manifestazione “Moto Storiche in Salita” svoltasi sui tornanti che da Valgrana portano a Montemale, ho avuto la possibilità di scambiare alcune parole con il campione francese Jean Francois Baldé, denominato dalla stampa “Mister Sorriso” per la sua simpatia e per il sorriso perenne, mio coetaneo e che parla benissimo l’italiano.

Gli ho pertanto chiesto per quale motivo parla così bene la nostra lingua e Lui mi ha così risposto: “La mia famiglia è di origini italiane, mio padre è nato a Pola, quando apparteneva ancora all’Italia e mia madre a Castellamare di Stabia, poi la famiglia si è trasferita a Padova ed infine a Parigi. Ho inoltre vissuto per un anno a Napoli, quando ero piccolo”.

Quando hai iniziato a correre e quali sono stati i tuoi risultati? “Ho iniziato a correre nel 1968 con una Suzuki 250 ed ho vinto la prima gara l’anno successivo a Montlhery. Nel 1973 ho esordito nel mondiale correndo prevalentemente nelle medie cilindrate, ho disputato 200 Gran Premi, cogliendo cinque vittorie nei GP della classe 250 alla guida di Kawasaki e Chevalier e tre nella 350, sempre con la Kawasaki. Sono salito dieci volte sul podio, conquistando il secondo posto nel mondiale delle 250 e 350 nel 1981. Mi sono inoltre classificato due volte terzo nel mondiale della classe 250 e 350 negli anni 1980 e 1982. Ho corso anche con le 500 e le 750 con varie moto: Yamaha, Defi, Honda e Pernod ed ho concluso la mia carriera nel 1989”.

(…)

 

Dario Malabocchia

0 Condivisioni

Scopri i nostri Podcast

Scopri le storie dei grandi campioni Giuliano Dalmati e le relazioni politico-culturali tra l’Italia e gli Stati rivieraschi dell’Adriatico attraverso i nostri podcast.