In Croazia il primo libro sulle foibe: ma è di Scotti…

Il Ministero della Cultura di Zagabria ha finanziato il libro appena uscito e intitolato (tradotto) "L'urlo della foiba", di cui è autore niente di meno che Giacomo Scotti, il noto ottantenne napoletano volato oltre confine nel paradiso titino a fine seconda guerra mondiale.

Non potendo ormai negare l'esistenza dei massacri, l'attenzione viene concentrata sulle motivazioni, che -non ne dubitavamo- segue la desueta teoria della causa-effetto, fascismo-foibe.

D'altronde lo Scotti è firmatario dell'appello in favore del convegno negazionista del Giorno del Ricordo 2008.

Quindi da una parte grande plauso per un libro sulle foibe che esce in Croazia, plauso immediatamente smorzato dalle invereconde teorie propinate anche oltre confine. Come dire: era meglio quando non se ne parlava, almeno non si sentivano certe teorie da mettere i brividi a qualsiasi storico che voglia chiamarsi tale.