Il Tempo – 090308 – Isernia: parlare ai giovani delle foibe

ISERNIA L'intenzione di non scordare una strage, quella delle uccisioni tragiche nelle foibe, quasi del tutto assente sui testi storici, che per circa sessant'anni è rimasta nel silenzio senza quasi mai esser discussa, è il fine di una conferenza organizzata dall'assessorato alla cultura del Comune di Isernia che ha visto presso la scuola media isernina "Giovanni XXIII" la partecipazione, e quindi la testimonianza dinanzi ai tantissimi studenti, del senatore Lucio Toth, presidente dell'associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e del dottor Guido Cace, presidente dell'associazione nazionale Dalmata.

I due hanno narrato la situazione politica del tempo quando la violenza dei partigiani jugoslavi si abbatté proprio sulle popolazioni di sentimenti italiani della Venezia Giulia provocando l'esodo di trecentocinquantamila italiani dall'Istria, dalla Dalmazia, da Fiume. Episodi così drammatici – ha puntualizzato Toth – è bene narrarli, portarli a conoscenza anche dei giovanissimi perché simili azioni di crudeltà non possano ripetersi. La coscienza nazionale che sempre dovrebbe essere insita nell'animo di noi italiani- ha detto il senatore che fu costretto ad abbandonare la sua città spinto dal terrore dei massacri che colpirono anche diversi componenti della sua famiglia- condannò quest'italiani perseguitati e uccisi». A partecipare alla conferenza, il professor Onorato Bucci che ha ampiamente descritto gli avvenimenti e le cause che determinarono quel momento così drammatico e triste della storia italiana.

Sil.Dec.