Il giubileo episcopale di Mons. Ravignani

"Un buon compagno di viaggio, di quelli che fanno più semplice e lieta la strada": è il saluto del patriarca di Venezia, cardinale Angelo Scola, a mons. Eugenio Ravignani, che ha celebrato a Trieste il suo Giubileo episcopale. Il card. Scola ha partecipato al giubileo episcopale di mons. Ravignani, durante il quale, al teatro "Verdi" di Trieste, il sindaco Roberto Dipiazza ha consegnato a mons. Ravignani, la civica benemerenza della città. Il card. Scola ha sottolineato "i numerosi interventi e le preghiere di don Eugenio" che "soprattutto, a partire dall'istituzione della Giornata del Ricordo, documentano l'intensa e discreta partecipazione con cui il vescovo Eugenio opera per la riconciliazione dopo la tragedia legata alla fine della guerra nelle sue amate terre". Dipiazza ha sottolineato "l'alto valore morale e spirituale del messaggio portato in questi anni alla comunità triestina" e il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo, alla sua prima cerimonia pubblica ufficiale, ha ringraziato "il vescono Eugenio per essere sempre stato un riferimento costante per la città e per tutta la comunità regionale nel corso degli ultimi dieci anni".
Papa Benedetto XVI ha inviato una lettera di saluto ricordando l'opera, la fede e l'impegno di mons. Ravignani e ha sottolineato come la sua autorità e i suoi meriti "furono di grande valore" nel suo "esortare alla concordia e nell'istituire il dialogo tra le diverse culture" che vivono nella diocesi di Trieste. 

 

fonte Ansa