Il Giornale di Brescia – 310507 – Dalla Grande guerra alle foibe in un viaggio

Un viaggio della memoria. Attraverso alcuni dei luoghi simbolo della Prima e della Seconda guerra mondiale. Questa l’esperienza che una cinquantina di studenti di diverse scuole bresciane hanno avuto l’opportunita’ vivere grazie al concorso “Foibe ed Esodo”, indetto in occasione della “Giornata del Ricordo”, celebrata lo scorso 10 febbraio, e promosso dalla provincia di Brescia, dall’Ufficio scolastico provinciale e dal comitato provinciale dell’Associazione Venezia Giulia e Dalmazia.
 Un concorso molto libero attraverso il quale i ragazzi hanno potuto esprimersi realizzando lavori diversi a seconda dell’indirizzo di studi della propria scuola. I partecipanti hanno cosi’ preparato disegni, poesie, ricerche storiche inerenti al tema dell’iniziativa. Non e’ stata stilata alcuna classifica dei lavori prodotti. Tutti gli studenti infatti sono stati considerati vincitori.
 Tra il 14 e il 16 maggio, circa 50 alunni hanno dunque viaggiato alla volta della Slovenia, facendo tappa nella valle dell’Isonzo martoriata dall’avanzata delle truppe austriache. Qui hanno potuto visitare il sacrario militare di Redipugliache custodisce i corpi di 100mila caduti della Grande Guerra. I ragazzi hanno poi visitato il Museo Europeo di Caporetto e hanno potuto osservare da vicino i luoghi dei combattimento percorrendo i camminamenti e le trincee scavate sulle pendici del monte Kolovrat.
 Il viaggio prevedeva anche una visita alle foibe di Nemci, Plutone e Basovizza, per conoscere e ricordare la tragedia vissuta dagli italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia al termine della Seconda Guerra Mondiale e negli anni immediatamente successivi.
 Al viaggio hanno preso parte anche Luciano Rubesta, presidente del comitato bresciano dell’Associazione Venezia Giulia e Dalmazia, e Franco Liberini (presidente onorario). “Entro la fine dell’anno – ha ricordato Rubesta – raccoglieremo e pubblicheremo tutto quello che i ragazzi sono stati in grado di esprimere. E il presidente della Provincia Alberto Cavalli insieme all’assessore  alla Pubblica istruzione Gianpaolo Mantelli ha inoltre gia’ promesso che l’esperienza verra’ ripetuta anche l’anno prossimo e negli anni a venire”.
 A questa edizione del concorso hanno partecipato il Cfp Zanardelli di Darfo, l’Iis Dandolo di Corzano, l’Iis don Milani di Montichiari, l’Iis Meneghini di Edolo, il liceo arnaldo di Brescia, l’Itas Pastori di Brescia, L’istituto d’arte Caravaggio di Brescia, l’Iis Pascal di Manerbio e L’Agenzia formativa don Tedoldi di Lumezzane.