Il 9 febbraio i premi del Giorno del Ricordo (Aise 18 dic)

ROMA\ aise\ – Sono stati definiti i contorni dell’evento che il 9 febbraio a Roma farà da apripista al Giorno del Ricordo sulla tragedia delle Foibe e dell’Esodo degli italiani da Istria, Fiume e Dalmazia. In una solenne cerimonia nel cuore della capitale, presentata da Ettore Bassi, saranno consegnati i riconoscimenti del Premio Internazionale del Giorno del Ricordo dalla Presidenza dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia ad una serie di personalità che, per impegno, dedizione e rappresentanza, hanno in questi ultimi anni contribuito alla riscoperta di queste pagine di Storia italiana rimaste nell’oblio per sessant’anni.

Nel settore del giornalismo saranno premiati il Direttore del Tg2 Mauro Mazza per la trasmissione "Tg2 Dossier Storie", il Direttore di "Avvenire" Dino Boffo, il curatore della trasmissione radiofonica "Est Ovest" di Radio Uno Rai Sergio Tazzer, i giornalisti Toni Capuozzo del Tg5 e Gian Antonio Stella del Corriere della Sera.

Per le istituzioni i riconoscimenti andranno al Presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan, al Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, al Sindaco di Bologna Sergio Cofferati e al Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza.

Premi speciali andranno anche al prof. Giuseppe Parlato, storico e Rettore dell’Università San Pio V di Roma, così come all’attore Leo Gullotta per l’interpretazione della fiction Rai sulle Foibe "Il cuore nel pozzo".

Nel settore delle eccellenze nella comunità giuliano-dalmata, i premi andranno alla giornalista e scrittrice istriana Anna Maria Mori, al campione olimpico fiumano Abdon Pamich e al Presidente della Federazione giuliano-dalmata canadese Konrad Eisenbichler.

Un riconoscimento spetterà anche al campo studentesco, per chi meritoriamente ha impegnato le proprie risorse nell’approfondimento della storia giuliano-dalmata; saranno infatti premiati un istituto scolastico e un neo-laureato.

Entusiastica la reazione dei destinatari dei Premi. Il Presidente Galan ha espresso "i più vivi ringraziamenti per il valore della legge veneta che mira alla salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale veneto nell’Istria e nella Dalmazia". Il Sindaco Cofferati ha manifestato "un sentito ringraziamento per la decisione di premiare il Comune di Bologna".

Il Sindaco Dipiazza ha inviato i suoi ringraziamenti "per il conferimento del prestigioso riconoscimento". Il Direttore Boffo ha inteso "ringraziare sentitamente per questo gesto di gratuita considerazione verso il nostro lavoro giornalistico". Toni Capuozzo si è detto "fiero di vedermi assegnato il vostro riconoscimento". Il Direttore Mazza ha ringraziato l’Associazione "per aver deciso di premiare il nostro Tg2 Dossier Storie per l’impegno profuso sul tema del Giorno del Ricordo". Abdon Pamich si è detto "onorato di essere stato scelto". Anna Maria Mori ha accettato il Premio "con gioia, orgoglio e riconoscenza".

Tutti i premiati saranno presenti alla cerimonia del 9 febbraio, che farà da naturale prologo al 10 febbraio, quando il Presidente Napolitano consegnerà al Quirinale i riconoscimenti ai congiunti delle vittime giuliano-dalmate del secondo dopoguerra. (aise)