I Cosulich e l’aviazione (Il Piccolo 08 ott)

LETTERE

Ho letto con piacere le precisioni che il giornalista Sandro Scandolara ha scritto riguardo l’aviazione italiana il 19 settembre scorso nella pagina Primo Piano. Mio padre Paolo Cosulich, ex direttore generale della Sisa, è uno dei fondatori di Alitalia linee aeree italiane. Infatti per il gioco delle fusioni tra le ex sei compagnie aeree, che sono sorte dopo la guerra, mio padre divenne Dg di Aviolinee italiane (con maggioranza capitale Fiat) che si fuse con Alitalia che, a sua volta, si fuse con la Lai, Linee aeree italiane. Nacque così Alitalia – Linee aeree italiane.

Questo detto, voglio parlare della Sisa. Ai piedi del molo Audace c’è una baracca utlizzata, credo, dai pescatori locali. Su una delle facciate c’è una lapide che ricorda il primo volo commerciale italiano che fu eseguito dalla Sisa. Preciso: non il primo volo commerciale della Sisa ma dell’aviazione italiana.

Penso che tale fatto meriti molto di più di una semplice lapide, che nessuno vede e conosce. Perché il sindaco Dipiazza non dà il valore giusto a questo volo? Non sarebbe il caso di fare qualcosa di più visibile per i nostri cittadini e per i turisti? Spero che qualcuno del Comune di Trieste legga queste linee e dia seguito al mio desiderio di onorare meglio quello che fu costruito dai Fratelli Cosulich nel campo dell’aviazione italiana.

Renzo Cosulich