ANVGD_cover-post-no-img

Francobollo Fiume: Comunicato stampa ANVGD

Comunicato stampa dell'ANVGD sulla sospensione dell'emissione del francobollo su Fiume

 

Le ridicule non è una specialità francese. Il Governo italiano ha annullato all’ultima ora l’emissione di un francobollo già stampato in milioni di esemplari perché vi appare il nome della città di Fiume scritto in italiano. Cedendo alle intimidazioni del Governo croato l’Italia ha negato secoli di storia e rinunciato alla sua sovranità, non solo nelle cause penali ma anche nei francobolli.
Pochi millimetri di carta hanno risvegliato il complesso d’inferiorità che affligge i croati più arretrati, alla vigilia delle loro elezioni. Per loro, solo ricordare che Fiume, come l’Istria, erano terre italiane è un’offesa. A nulla sono valse le assicurazioni della Farnesina che non si trattava di rivendicazioni territoriali ma di semplice storia.
Ma l’Italia di oggi, come quella di ieri e dell’altroieri, ha perso ancora una volta la sua dignità, come quando chiedeva scusa all’impero austriaco perché gli italiani da Trieste alla Dalmazia difendevano la lingua italiana.
Sembra che una quantità limitata di francobolli sia già stata erroneamente messa in circolazione nelle prime ore della giornata odierna.
 
Roma, 30 ottobre 2007

Il Presidente Nazionale
Lucio Toth

0 Condivisioni

Scopri i nostri Podcast

Scopri le storie dei grandi campioni Giuliano Dalmati e le relazioni politico-culturali tra l’Italia e gli Stati rivieraschi dell’Adriatico attraverso i nostri podcast.