estense.com – 180707 – Le due sponde dell’Adriatico si incontrano a Goro

Goro. In occasione della nona edizione della sagra della vongola di Goro sono in programma anche alcune iniziative di grande rilievo legate al progetto AiA-Acquacultura in Adriatico. Il progetto AiA, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Nuovo Programma di Prossimità Adriatico Interreg, vede la Provincia di Ferrara responsabile del progetto stesso con la partecipazione di partner provenienti da Croazia, Bosnia, Montenegro e Albania.

Il progetto intende scambiare e condividere esperienze, attività e buone pratiche condotte nei siti interni, lagunari e costieri delle due sponde dell’Adriatico nel settore dell’acquicoltura, anche al fine di sviluppare sinergie e collaborazioni tecnico-scientifiche nonché produttive e commerciali in una dimensione trans-frontaliera adriatica.

AiA prevede azioni diversificate, a seconda delle caratteristiche delle aree coinvolte rilevate nella fase preparatoria del progetto. Tra queste l’affinamento delle tecniche colturali della vongola verace attraverso stage formativi degli operatori e avvio di una sperimentazione pilota per la sua produzione (Italia-Albania); l’installazione in Bosnia-Erzegovina di una stazione di monitoraggio pilota per il rilievo automatico dei principali parametri fisici e chimici dell’acqua ove si svolge l’attività di acquicoltura, per prevenire frequenti e diffuse morie di pesci (Italia-Bosnia/Erzegovina) con i dati che verranno ricevuti in tempo reale dalla Provincia di Ferrara, elaborati e messi a disposizione degli operatori bosniaci. E ancora la realizzazione di un progetto di ricerca per la caratterizzazione dei diversi siti presenti sia in Croazia che lungo la costa ferrarese, con lo scopo di ottimizzare la produzione/coltivazione di molluschi ove già presente e di tentare la coltivazione di nuove specie in aree diverse (Italia-Croazia); la realizzazione di uno scambio di esperienze, lo sviluppo di analisi e ricerche scientifiche, la messa a punto di metodologie comuni, la creazione di data base e inventari a supporto dello sviluppo dell’acquacultura (Italia-Montenegro) e la definizione di un piano di medio-lungo periodo per lo sviluppo di collaborazioni tecnico-scientifiche, produttive e commerciali tra i siti coinvolti.

IL PROGRAMMA

Ed ecco le iniziative e gli incontri in relazione al progetto AiA in programma nell’ambito della nona edizione della Sagra della Vongola di Goro. Sabato 21 luglio alle 10 nella sala consiliare del Municipio di Goro si terrà un incontro tecnico scientifico tra le delegazioni dei paesi partecipanti al progetto e la delegazione della Provincia di Ferrara. L’incontro è finalizzato all’analisi dello stato di avanzamento del progetto ed alla programmazione delle successive fasi ed in particolare il prossimo meeting plenario che si terrà a Spalato dal 4 al 5 settembre. Sempre sabato 21 luglio alle 15 alla sala Auser ci sarà un incontro tra gli operatori del settore ittico, produttori e operatori economici provenienti da Croazia, Bosnia, Albania e Montenegro e gli operatori di Goro. Lo scopo dell’iniziativa è creare le migliori condizioni per far decollare la cooperazione produttiva e commerciale tra le due sponde dell’Adriatico. Domenica 22 luglio alle 9.30 alla Motonave Principessa-Porto di Goro si terrà un convegno su “Partnership produttive e commerciali nel settore della molluschicoltura tra le due coste dell’Adriatico”. Il convegno, aperto al pubblico, si pone l’obiettivo di descrivere ed analizzare le caratteristiche produttive e commerciali del settore acquacoltura nell’area interessata dal progetto e le possibilità di cooperazione ed integrazione. L’incontro si svolgerà a bordo di una motonave in navigazione nella sacca di Goro. Sono previsti interventi del sindaco di Goro Vincenzino Soncini, dell’assessore provinciale Davide Nardini, dell’assessore regionale Duccio Campagnoli, dei rappresentanti delle associazioni dei pescatori di Goro e di esponenti delle attività produttive di Croazia, Serbia, Bosnia, Montenegro e Albania.