Domani Napolitano e La Russa a Redipuglia (Il Piccolo 03 nov)

REDIPUGLIA Tutto è ormai pronto, a Redipuglia, per la cerimonia in programma domani sul Sacrario in occasione dell’anniversario della vittoria e nella giornata dedicata alla Forze Armate. Un evento che quest’anno assume un significato particolare perché legato al novantesimo anniversario dalla fine della prima guerra mondiale. Ed a solennizzare questo momento sarà la presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, accompagnato dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa.

Una solennità che viene vissuta con grande attesa anche a livello locale, protagonista la pro loco di Fogliano Redipuglia che, nell’ambito dei programmi dei «Sentieri di pace», ha fatto affiggere centinaia di manifesti di benvenuto al Capo dello Stato. Napolitano, dopo aver deposto una corona d’alloro all’altare della Patria a Roma, sarà a Redipuglia attorno alle 11 del mattino, mentre già dalle 10.30 accederanno al Sacrario i reparti in armi, le bandiere di guerra, le rappresentanze delle associazioni combattentistiche e d’arma ed i gonfaloni dei comuni decorati. L’intervento del ministro La Russa è previsto attorno alle 11.30.

Dopo molti anni di assenza a sorvolare il Sacrario saranno nuovamente le Frecce Tricolori. Nell’occasione saranno resi gli onori alle spoglie di soldati italiani, le cui spoglie sono state recuperate nei cimiteri militari della Russia. La speranza che ci sia la cornice di pubblico che questa cerimonia si merita, anche se purtroppo il 4 novembre continua ad essere giornata feriale, un aspetto che tiene distante la gente. E se il consigliere regionale Franco Brussa fa nuovamente appello affinchè sia favorita la partecipazione delle scuole, il generale Andrea Caso, comandante del comando militare esercito Friuli Venezia Giulia ha inviato nei giorni scorsi una lettera a sindaci, presidenti di Provincia e prefetti sollecitando la comunicazione in merito alla cerimonia al sacrario prevista per martedì.

Al proposito il generale Caso ha già trovato la collaborazione della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia che si è detta disponibile a mettere a disposizione quattro pullman, uno per provincia, per portare i ragazzi delle scuole a Redipuglia. Accanto a ciò anche la Fondazione Carigo avrebbe assicurato la disponibilità a sostenere il costo di qualche altro mezzo pubblico, in particolare per la provincia di Gorizia. Ed oggi, dalle 9, sono in programma le prove generali. Per martedì sono annunciati disagi alla circolazione stradale, con la chiusura al traffico della strada regionale 305 da Sagrado a Ronchi dei Legionari. Non sarà consentito l’accesso dei veicoli, ad eccezione di quelli provvisti dell’autorizzazione rilasciata dalla prefettura. Chiusa anche la bretella di raccordo tra l’autostrada e l’aeroporto e la provinciale 12. Disagi anche sul fronte del trasporto pubblico.

Luca Perrino