Dignano: concorso di poesia per i dignanesi nel mondo

Il Premio letterario dialettale “Favelà” promosso dalla Comunità degli Italiani di Dignano in collaborazione con la Famiglia Dignanese, giunge quest’anno alla sua quinta edizione. Bandito, infatti, il concorso che invita tutti i dignanesi, siano essi residenti a Dignano o altrove, ad inviare le proprie opere inedite per aderire alla gara letteraria dedicata all’antico dialetto della gente dignanese, con la quale si vuole contribuire alla conservazione ed alla valorizzazione della parlata locale romanza, ormai in via di estinzione. Il Premio si ripropone, inoltre, una funzione socioculturale, favorendo il riavvicinamento dei dignanesi esuli e rimasti.
“Favelà” si articola in due sezioni, poesia e prosa, entrambe in dialetto istroromanzo dignanese.
Per la sezione poesia si partecipa con un massimo di tre poesie non superiori a cinquanta versi ciascuna, per la prosa con un testo non superiore alle cinque cartelle. Ogni concorrente può partecipare ad una sola sezione, inviando i propri lavori in sei copie entro il 20 maggio 2007 (farà fede il timbro postale), alla Comunità degli Italiani di Dignano, Piazza del Popolo 4, 52215 Dignano, Croazia. Nella busta contenente i lavori va aggiunta una busta chiusa con il nominativo, l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e con una dichiarazione del concorrente che le opere presentate sono inedite. I lavori verranno giudicati da una giuria mista, il cui giudizio è inappellabile ed insindacabile.
Come da termini di concorso, per ciascuna sezione verrà scelta una rosa di finalisti ai quali i due Enti organizzatori assegneranno il diploma e la targa a ricordo della manifestazione letteraria. La cerimonia di premiazione è in agenda il 16 agosto, a Dignano.
Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al Settore cultura della CI di Dignano, al numero di telefono 512 124, come pure alla Redazione del Notiziario Dignanese di Torino, al numero di telefono 011/ 663 62 20.

(da "La Voce del Popolo")