Diana Bracco: giustizia per l’italianità di Istriani e Dalmati

A seguito di una segnalazione partita dalla Sede nazionale ANVGD e del successivo intervento sulla Presidenza della Repubblica anche da parte della Dott.ssa Diana Bracco, al timone del gruppo farmaceutico Bracco, è stato posto rimedio quest'estate al grave errore rilevato nel sito internet del Quirinale, nel quale il compianto Cav. Fulvio Bracco veniva indicato come nato a Neresine "Croazia".

In una lettera al vicepresidente del Comitato ANVGD di Milano Godeas, la Bracco manifesta oggi la propria soddisfazione per una soluzione "che ha reso giustizia a mio Padre, alla sua vita, ai suoi sentimenti. Credo che con me hanno avuto soddisfazione tutti gli Istriani e i Dalmati che, come mio Padre, hanno sempre voluto affermare la loro identità".

Diana Bracco è Laureata in Chimica, ha ricevuto anche la Laurea Honoris Causa dall’Università degli Studi di Pavia ed in Medicina dall’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. E’ Presidente ed Amministratore Delegato del Gruppo Bracco e Amministratore Delegato del Centro Diagnostico Italiano. E’ Presidente di Assolombarda, della Fondazione Mai di Confindustria e Confarma. E’ Componente del Consiglio Direttivo di Confindustria e del Comitato di Presidenza di Federchimica. E’ Consigliere di Amministrazione di Assonome, Techosp, Consiglio Nazionale delle Ricerche (in rappresentanza di Confindustria), Consorzio per il Centro di Biomedicina Molecolare di Trieste e della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici. E’ Membro dell’Italian Council di INSEAD. Ha ricoperto gli incarichi di: Vicepresidente di Confindustria per l’Innovazione e lo Sviluppo Tecnologico; Presidente di Federchimica, Presidente Responsabile Care, Presidente Sodalitas. Insignita dell’onorificenza al “merito della Repubblica” di Cavaliere di Gran Croce e della medaglia d’oro del Comune di Milano.