Danieli: un polo dell’Alto Adriatico per i contenziosi

Riportiamo un passaggio dell'intervista rilasciata dal Viceministro deli Esteri Danieli dopo la sua recente visita in Croazia e pubblicata su La Voce del Popolo del 2 ottobre.

 

"(…) Lei ha parlato a Zagabria anche del problema dell'inclusione dei cittadini italiani nel processo di denazionalizzazione in Croazia…

Abbiamo parlato essenzialmente del tema degli immobili. L'aspetto più interessante è quello della proposta, che abbiamo avanzato in maniera formale a maggio, di firma di un memorandum per la creazione di un polo nell'Alto Adriatico, quale tavolo attorno al quale far confluire tutta una serie di questioni di comune interesse a un livello tecnico, ma soprattutto a un livello politico. Tra cui questo tema, ma anche tutti gli altri: dalle reti energetiche allo ZERP, dalle questioni del turismo alle questioni di opportunità di investimenti, alla macroregione europea, alle reti infrastrutturali, ai corridoi infrastrutturali europei. La proposta contenuta in questo memorandum è quella della definizione di un luogo unitario nel quale far confluire tutti questi elementi, nella direzione della soluzione delle questioni aperte e dello sviluppo di tutto il resto. Abbiamo individuato, pertanto, il luogo nel quale lavorare in maniera unitaria. "