Da Slovenia e Croazia per giocare al Superenalotto (Il Piccolo 11 ott)

Passano oltre confine alla ricerca della vincita favolosa. Quella che ti può sistemare per tutta la vita. E forse, anche, alla ricerca del brivido del gioco. Stiamo parlando degli italiani diretti verso i casinò sloveni? Niente affatto. Stiamo parlando, invece, di sloveni e croati che vengono in Italia. A giocare. A tentare la fortuna.

In particolare, alla ricerca della sirena del favoloso jackpot, il più alto del mondo: il «superpremio» da 80 milioni di euro del Superenalotto, che manca all'appello da oltre cinque mesi. Una cifra pari a quasi 160 miliardi delle vecchie lire, somma che distanzia ormai di quasi dieci milioni di euro il vecchio record del Superenalotto, «appena» 71,7 milioni. Insomma, una bella sommetta, per la quale la febbre del gioco è già scoppiata. Le voci, come si sa, corrono. E non solo per gli italiani. In questo caso, hanno superato anche i confini nazionali per andare a richiamare a Trieste giocatori d'oltre confine, croati e sloveni.

«I giocatori d'oltre confine? Sono triplicati – conferma Roberto Palumberi, della Totoricevitoria di piazza Libertà – Di giocatori che vengono dalla Croazia o Slovenia ne abbiamo sempre avuti, ma solitamente si limitavano alel giornate di sabato e domenica. Adesso, invece, ne sono arrivati anche in questi giorni. E giocano». L'aumento quindi è stato sensibile. Lo confermano anche le altre ricevutorie. «Certo, l'affluenza cresce a livello generale – spiega Luigi Troviso, della ricevitoria di viale Raffaello Sanzio – e con essa, naturalmente, anche quella dei clienti sloveni e croati. È un fenomeno in continuo aumento. E ci aspettiamo ancora di più se non ci saranno prossime vincite».

E c'è chi pensa che forse non sia tanto il favoloso jackpot ad attirare le masse, quanto il gioco di per sé. «Le giocate sono cresciute, certo – conferma Marina Greco, della ricevitoria di via Prosecco – ma c'erano anche prima, pure senza il megapremio. Molti vengono qui dopo il lavoro, giocano al Superenalotto ma anche al Lotto, sono clienti fidelizzati». Se si chiede quale sia la tipologia del giocatore sloveno o croato, la risposta è univoca: si tratta per la maggior parte di uomini. D'altra parte l'occasione è ghiotta: solo in altre due occasioni, a partire dal 1997, anno di nascita del Superenalotto, il premio per i 6 punti ha superato i 70 milioni di euro. (e.o.)