Da luglio in Slovenia “vignette” a posto del pedaggio

Novita’ per chi dal primo luglio di rechera’ in Slovenia. A partire da questa data infatti tutti i veicoli privati e le motociclette, per transitare lungo strade e autostrade a scorrimento veloce della Slovenia, dovranno essere muniti della cosiddetta ‘vignetta’, un bollo a pagamento per il pedaggio, gia’ in uso in Svizzera e in Austria. Lo ha deciso il governo sloveno. In questo modo gli automobilisti non dovranno piu’ pagare l’ingresso ai caselli visto che lo faranno in anticipo. Il vecchio sistema di pagamento – ha spiegato Radovan Zerjav ministro del Traffico – resta in vigore solamente per gli automezzi pesanti. Il Governo ha deciso che la ‘vignetta’ annuale per le automobili costera’ 55 euro e quella semestrale 35 euro. Per le motociclette il prezzo annuale e’ stato fissato sui 22,5 euro. Il ministro Zerjav ha avanzato l’ipotesi che se annualmente verranno venduti 5,8 milioni di ‘vignette’ si puo’ calcolare sin d’ora che verranno incamerati venti milioni di euro in piu’ rispetto al sistema di pagamento attuale. Secondo Zerjav il nuovo sistema inoltre contribuira’ notevolmente alla scorrevolezza e alla sicurezza del traffico. Si calcola, inoltre, un maggiore introito da parte degli automezzi in transito. Nella prima fase di realizzazione del progetto, il controllo dei veicoli – ossia se questi hanno o meno la vignetta – verra’ svolto dalla Polizia. In seguito al termine di corsi d’addestramento, il lavoro verra’ affidato all’Agenzia statale per le autostrade (Dars). Zerjav ha specificato un controllo sui veicoli sara’ possibile anche grazie alle telecamere.

 

fonte AGI