ANVGD_cover-post-no-img

Capodistria: insegna danneggiata al “Combi”

CAPODISTRIA – Amara sorpresa nella mattinata di ieri, lunedì, per i responsabili del Centro culturale «Carlo Combi» di Capodistria. L'insegna esterna dell'ente, infatti, è stata danneggiata. «Si tratta di un ennesimo caso di vandalismo nei confronti di un'istituzione italiana», sono le prime parole di commento di Flavio Forlani, presidente della Comunità autogestita costiera della nazionalità italiana. «Non potrebbe essere diversamente, visto che ci sono quattro tabelle all'entrata dell'edificio dove operano varie istituzioni, ed è stata presa di mira soltanto quella minoritaria». Trovando la malridotta tabella, il personale impiegato al «Combi» ha avvertito la polizia che ha steso il verbale. La denuncia è stata sporta per atti vandalici nei confronti di ignoti. Come ci ha spiegato Mojca Cerkvenik, coordinatore culturale del Centro, la tabella era stata affissa in occasione dell'inaugurazione della sede, verso la metà dello scorso dicembre. Inizialmente doveva essere provvisoria, per poi lasciare spazio a quella metallica, ma dato che la versione in cartongesso è risultata di qualità, era stata mantenuta tale. Purtroppo ha avuto breve durata, per cui a questo punto sarà sostituita. «Sono cose che preoccupano», conclude Forlani, «e che seguono la scia dei fatti di Pirano, con la segnaletica cancellata e l'imbrattamento all'elementare italiana». (jb)

da La Voce del Popolo del 19 feb 2008

0 Condivisioni

Scopri i nostri Podcast

Scopri le storie dei grandi campioni Giuliano Dalmati e le relazioni politico-culturali tra l’Italia e gli Stati rivieraschi dell’Adriatico attraverso i nostri podcast.