Brazzoduro a Fiume incontra Obersnel

“Con il sindaco di Fiume, Vojko Obersnel, abbiamo sempre mantenuto rapporti di grande rispetto e reciproca stima, era mio dovere chiarire fino in fondo la questione del francobollo delle Poste italiane”. Così ha dichiarato Guido Brazzoduro, rappresentante degli esuli fiumani, ieri di passaggio a Trieste dopo l’incontro con il sindaco di Fiume nella città quarnerina.

La levata di scudi del primo cittadino dopo l’emissione del francobollo con l’immagine del Palazzo del Governo e la dicitura “Città orientale già italiana”, aveva creato dei malintesi che andavano affrontati e sciolti.

“L’incontro con il Sindaco Obersnel – spiega Brazzoduro – è stato cordiale come sempre, improntato alla volontà di continuare a collaborare e ad incontrarci nelle occasioni ormai tradizionali, come quella di San Vito. Il Sindaco ha valutato le nostre ragioni, la nostra buona volontà di mantenere quell’atmosfera di comprensione e di interazione tra le rispettive aspettative che rimangono alla base del rapporto instaurato già da tempo”.

Durante l’incontro, al quale ha preso parte in qualità di ospite anche la Presidente della Comunità degli Italiani, Agnese Superina, è stato auspicato anche da parte del Sindaco di continuare i rapporti di collaborazione con un atteggiamento di rispetto sui grandi temi del passato. La Municipalità di Fiume, considera infatti, una ricchezza l’amore e l’attaccamento dimostrato nei confronti della città dagli esuli fiumani.

Nell’occasione, Guido Brazzoduro, ha voluto fare omaggio al Sindaco del libro fotografico “Ricordo di Fiume” di Ferlan, edito dai Giuliani nel Mondo e ristampato a cura dell’Associazione.

 

fonte www.arcipelagoadriatico.it