arenadipola.it – mag07 – Incontro Governo-Esuli

Il 23 aprile 2007 si è tenuto a Roma, presso la Presidenza del Consiglio, il secondo incontro del "tavolo di coordinamento" tra Governo ed Associazioni degli Esuli; presenti gli esponenti di Anvgd, Unione Istriani, Comunità Istriane, Liberi Comuni di Fiume, Pola e Zara e della Federazione. La riunione, articolata in due successive sedute, ha preso in esame specifici aspetti relativi al diritto degli esuli di riscattare al prezzo di maggior favoree gli immobili a suo tempo realizzati a loro favore ed il problema degli indennizzi. La discussione delle predette tematiche, ancorchè ancora interlocutoria, ha avuto un carattere tecnico e, con un approccio più serio rispetto ad analoghe circostanze del passato, ha permesso di mettere a fuoco cosa e dove ancora ostacola la piena applicazione della L. 560/1993 e, relativamente al secondo problema, la ferma volontà delle Associazioni di giungere ad una legge per un equo e definitivo indennizzo. A questo proposito, le Associazioni hanno avanzato una proposta unitaria per la definizione del coefficiente di aggiornamento del valore al 1938 dei cosidetti beni abbandonati, necessario per la definizione del tetto del debito contratto dallo Stato italiano con gli esuli. Si tratta, evidentemente, del debito lordo da cui dovranno essere detratti gli acconti già pagati. La discussione entrerà nel vivo in occasione della prossima specifica riunione, quando alla richiesta avanzata dagli esuli sarà contrapposta l'offerta da parte del Governo. Solo allora sarà possibile capire la reale volontà del Governo di pervenire ad una giusta ed onesta risoluzione del problema; solo allora sarà possibile esprimere un apprezzamento o un fondato giudizio critico.  Da fonte giornalistica si è appreso che i prossimi incontri dovrebbero riguardare il problema delle restituzioni e della salvaguardia dei cimiteri italiani in Istria e Dalmazia.