ANVGD_cover-post-no-img

ANVGD Gorizia: sostegno all’identità istro-giuliana

di Rodolfo Ziberna, presidente Comitato ANVGD Gorizia

 

Soprattutto in un epoca di globalizzazione è essenziale essere aperti alle cosiddette contaminazioni di altre culture, che si traducono in crescita e ricchezza solo se siamo in grado di non omologarci e di approfondire la conoscenza della nostra identità e delle nostre radici per meglio comprendere ed apprezzare quelle altrui.

Non si dovrà né potrà prescindere da un rafforzamento della collaborazione con le diverse culture – quella friulana, slovena e germanica in particolare- che vivono integrate a noi e che legittimamente conservano ed alimentano la loro identità, tradizione e lingua.

La Venezia Giulia -di ascoliana definizione e pertanto orfana di un più vasto retroterra con Trieste e Gorizia naturali punti di riferimento- ha espresso una grande cultura ed una prospera economia che hanno concorso a consolidare proprie forti identità e tradizioni, oggi patrimonio di tutta la Nazione. Non va scordato, tra l’altro, che una delle ragioni fondanti la specialità regionale è certamente anche la situazione generatasi nella Venezia Giulia dopo i Trattati di pace di Parigi e di Londra.

Ciò ha alimentato per secoli un humus ideale per accogliere ed integrare genti provenienti da altre aree d’Italia e del mondo che hanno largamente contribuito a far crescere le nostre comunità. Ed oggi le condizioni geopolitiche favoriscono una unione della Venezia Giulia con queste aree.

A maggior ragione in questo contesto la Venezia Giulia deve conservare i valori che la caratterizzano, unitamente alle tradizioni, cultura ed espressioni linguistiche, oggi diffuse anche al di là dei confini nazionali. Ma esse sono compromesse dalle scarse risorse di cui l’associazionismo giuliano può disporre per coltivarle attraverso le istituzioni scolastiche ed iniziative culturali, a fronte di provvedimenti legislativi che legittimamente destinano ingenti risorse all’associazionismo friulano e della minoranza linguistica slovena.

Alla luce di ciò e con spirito costruttivo una trentina di Circoli ed Associazioni di Trieste e Gorizia, tra le quali la Lega Nazionale di Gorizia ed il Comitato provinciale di Gorizia dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, che godono di un particolare seguito e consenso nella popolazione, intendono avviare fra esse un rapporto di collaborazione volto a costituire un Coordinamento Giuliano e favorire comuni iniziative. La prima sarà la stesura di un “manifesto” da consegnare alle Istituzioni regionali e giuliane per richiamare l’attenzione sulla nostra attività e richiedere risorse pari a quelle destinate ad altre culture.

0 Condivisioni

Scopri i nostri Podcast

Scopri le storie dei grandi campioni Giuliano Dalmati e le relazioni politico-culturali tra l’Italia e gli Stati rivieraschi dell’Adriatico attraverso i nostri podcast.