ANVGD_cover-post-no-img

ANVGD Barletta: il percorso formativo alla UniTre

Mercoledì 21 novembre presso la sala Atheneum di Barletta, ai corsi dell’Unitre , si è svolto, come da programma, il 2° incontro sul dramma delle Foibe e dell’Esodo istriano.
Con questo incontro il Delegato provinciale ANVGD Giuseppe Dicuonzo ha voluto, come sempre, creare nell’uditorio attenzione e coinvolgimento, in un’atmosfera di comune solidarietà.
Sguardi attoniti, occhi lucidi di commozione e solidali, nonché ammirate strette di mano sono stati rivelatori che i partecipanti hanno saputo essere sensibili a quei valori che sono necessari per l’esistenza umana e che servono a migliorare il loro percorso di vita. .
L’approccio alla lezione speciale (esodo), tenuta da colui che è stato testimone di un dramma vissuto anche e soprattutto come tradizione familiare, è stato di pieno successo.
All’incontro ha preso parte anche un pubblico più giovane e non solo un uditorio appartenente alla terza età.
Con questi incontri che proseguiranno nel mese di gennaio 2008 (in data da definirsi) con la presentazione e proiezione del film ”La città dolente” di Mario Bonnard del 1948, l'ANVGD di Barletta  ha voluto onorare una memoria trasmettendola a tutti coloro che non hanno conosciuto il dramma delle foibe e dell’esodo con il suo doloroso retaggio di orrore e di lutti che mai il popolo italiano fino ad allora aveva conosciuto.
Infine l’incontro si è concluso con la proiezione del documentario “Esodo” I^ parte “La memoria negata”. 
La Delegazione di Barletta dell'ANVGD sentitamente ringrazia la prof.ssa Liaci, Presidente del Club Unesco di Barletta e responsabile dell’organizzazione dei corsi UNITRE che, inserendo gli eventi della tragedia istriana nel programma dell’anno accademico 2007-2008 ha dimostrato un alto senso di solidarietà per un percorso responsabile di conoscenza della storia d’Italia a tutti sottratta.

 

0 Condivisioni

Scopri i nostri Podcast

Scopri le storie dei grandi campioni Giuliano Dalmati e le relazioni politico-culturali tra l’Italia e gli Stati rivieraschi dell’Adriatico attraverso i nostri podcast.