Ansa – 280807 – I vescovi FVG invitano Alesso II ad Aquileia

(ANSA) – UDINE, 28 AGO – "Si ad Aquileia, se Dio vorrà". Una visita dei quattro vescovi del Friuli Venezia Giulia al Patriarca della chiesa russo-ortodossa di Mosca, avvicina la possibilità di un viaggio del patriarca Alessio II ad Aquileia (Udine), sede del Patriarcato che univa le comunità cristiane di lingua italiana, slava e tedesca, e rilancia il dialogo ecumenico tra cattolici e ortodossi. A riferire sull'incontro fra i presuli e il Patriarca è stato oggi il vicario generale della Diocesi di Udine, mons. Giulio Gherbezza, che accompagna i vescovi di Trieste, Gorizia, Udine e Concordia-Pordenone nel viaggio a Mosca. "Il patriarca – ha detto Gherbezza ai microfoni dell'emittente radiofonica diocesana friulana, Radio spazio 103 -ha letto il messaggio dei vescovi del Friuli Venezia Giulia e circa la domanda se verrà in visita ad Aquileia, ha detto, sorridendo, 'se Dio vorra'". Il messaggio-invito per una visita ad Aquileia è stato consegnato già ieri a margine di un solenne rito presieduto dal Patriarca nella cattedrale dell'Assunzione, dentro le mura del Cremlino. "Il patriarca – ha fatto sapere mons. Gherbezza – ci ha voluto dentro l'iconostasi, perché potessimo di nuovo intrattenerci con lui. Ha condiviso con noi la sua preoccupazione per la famiglia – ha proseguito – e per la scristianizzazione della società. Ha detto che il nostro primo impegno di Chiese deve essere concorde per riaffermare i valori e la fede come caposaldo per una migliore società". La visita a Mosca dei vescovi della Regione fa seguito a diverse occasioni di incontro e contatto con la Chiesa ortodossa russa. Nell'ottobre dello scorso anno il metropolita Kiril, responsabile delle relazioni internazionali del Patriarcato di Mosca, aveva visitato in forma privata la cattedrale di S. Giusto a Trieste e la basilica di Aquileia. Nell'occasione aveva incontrato sia il vescovo giuliano che quelli di Gorizia e Udine. (ANSA).