Ansa – 260807 – Slovenia-Croazia, su frontiere deciderà L’Aja

(ANSA-AFP-REUTERS) – BLED (SLOVENIA), 26 AGO – L'annosa disputa fra Slovenia e Croazia sulla frontiera comune sarà affidata alla Corte internazionale di Giustizia (Cij) dell'Aja: lo hanno deciso di comune accordo i premier dei due Paesi ex jugoslavi, lo sloveno Janez Jansa e il croato Ivo Sanader, che oggi si sono incontrati in un vertice informale a Bled, in Slovenia, per affrontare anche le altre contese. "Ci siamo accordati per demandare alla Corte internazionale di Giustizia dell'Aja una soluzione alla nostra contesa frontaliera", ha detto ai giornalisti Jansa al termine dell'incontro con l'omologo croato. "Siamo pervenuti ad un accordo di principio sul punto che questo arbitrato dovrà riguardare le frontiere marittime e terrestri e tutti i punti di frizione. Ci siamo mesi d'accordo per portare la questione davanti alla corte dell'Aja", ha detto ancora Jansa, aggiungendo che il verdetto di quest'ultima sarà rispettato da entrambi i Paesi. Oltre alle frontiere, i due Paesi balcanici, che si sono entrambi resi indipendenti nel 1991 dall'allora Jugoslavia, da 16 anni si contendono anche la proprietà della centrale nucleare di Krsko, che si trova in territorio sloveno; di alcune riserve di pesca nel nord dell'Adriatico ed hanno in sospeso anche il congelamento dei risparmi di diversi cittadini croati custoditi presso la slovena Ljbljanska Banka. Sulle frontiere Lubiana aveva proposto all'inizio del mese a Zagabria di riprendere i negoziati, fermi dal 2001. (ANSA-AFP-REUTERS).