Ansa – 090208 – Foibe, medaglia d’oro a vittime molisane

(ANSA) – CAMPOBASSO, 9 FEB – La Regione Molise conferirà una medaglia d'oro alla memoria di tutti i molisani uccisi nelle Foibe. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Michele Iorio, nel messaggio in occasione della "Giornata del Ricordo" per le vittime delle foibe. "Riteniamo – ha spiegato Iorio – che il sacrificio di quei 'martiri' della libertà, della democrazia e del rispetto degli uomini e della loro dignità, rappresenti un esempio per prossime generazioni affinché i popoli sappiano convivere, rispettarsi e garantire i naturali diritti di opinione, di religione e di espressione". "I popoli, le Istituzioni e la cultura dell'Europa – scrive Iorio – potranno cogliere i loro obiettivi di crescita economica, sociale e culturale, in un mondo che si avvia su una strada di pace, serena convivenza etnica e politica, nonché di giustizia e libertà, solo se sapranno guardare alla loro storia recente con serena obiettività nell'ambito di una memoria condivisa". "Il raggiungimento di una memoria condivisa degli accadimenti che riguardarono l'Europa – prosegue il messaggio – rappresenta senza dubbio una meta sostanziale di un percorso di civiltà e di crescita culturale che tutti siamo impegnati a compiere. Avere la consapevolezza delle pagine belle della nostra storia, unita al necessario ricordo di quelle più buie, tristi e vergognose ci permette di immaginare di poter creare un futuro migliore per le prossime generazioni". In questa ottica la Presidenza della Regione e l'Associazione Nazionale Dalmata, hanno organizzato una serie di manifestazioni e di pubblicazioni che narrano la cronaca quotidiana del dramma singolo e collettivo che vissero gli italiani d'Istria a causa dell'odio etnico e politico dei "feroci partigiani comunisti di Tito". L'iniziativa – spiega Iorio – intende fornire "un ennesimo, importante tassello culturale alla fortificazione in ciascuno di noi, e soprattutto nei giovani, del ricordo di quell'orrore che, al pari della vergogna della Shoah, rappresenta uno dei massimi esempi della capacità dell'uomo di non comportarsi da uomo e di cedere agli istinti primordiali di inaudita ed incomprensibile ferocia". (ANSA).