Ancona: dopo i negazionisti la solidarietà del Consiglio comunale all’ANVGD

Il Presidente del Consiglio comunale di Ancona Giuseppe Frisoli ha scritto oggi una appassionata lettera al Presidente ANVGD Toth, nella quel ricorda come "La città di Ancona fu luogo di prima accoglienza per molti".

Con evidente riferimento alle tesi negazioniste e giustificazioniste proposte in città in occasione del Giorno del Ricordo, Frisoni precisa che "Il Consiglio Comunale della città di Ancona si stringe al fianco degli esuli istriano giuliano dalmati per cercare di lenire almeno quella parte di sofferenza provocata dal tentativo, per troppi anni in parte riuscito, di rimuovere e negare quanto avvenuto".

"Dobbiamo ricordare quegli eventi perché le responsabilità di qualcuno non possano mai ricadere su altri e in particolare non possano giustificare le atrocità commesse nei confronti di quanti avevano l'unica colpa di essere italiani. Dobbiamo ricordare quegli eventi per fare in modo che non possano mai più ripetersi e così poter guardare al futuro con fiducia."

Riferendosi al Comitato ANVGD di Ancona, ha aggiunto che "In questi 60 anni gli esuli giuliano-dalmati si sono inseriti appieno nel contesto cittadino ed onorano la città con la loro attività".