Alla riscoperta della Trieste archeologica (Il Piccolo 18 ott)

Oggi alle 11, nel Lapidario tergestino del castello di San Giusto, si terrà l’incontro «Trieste archeologica. Lungo passato di una terra tra Europa e Adriatico», promosso dall’assessorato comunale alla cultura in collaborazione con la rivista bimestrale «Archeologia viva» (Giunti editore), di cui verrà presentato il numero settembre-ottobre che contiene un articolo dedicato al nostro territorio.
Adriano Dugulin, direttore dell’Area cultura del Comune e dei Civici musei, Piero Pruneti direttore di «Arcgheologia viva», Paola Cassola Guida, docente di preistoria e protostoria all’Università di Udine, e Marzia Vidulli Torlo, archeologa dei Civici musei, condurranno un viaggio attraverso il tempo alla scoperta delle emergenze archeologiche della città di Trieste e del suo territrio. Verranno approfondite le tappe dell’itinerario tracciato nell’articolo di «Archeologia viva»: si partirà dai ritrovamenti sull’altipiano carsico, nel riparo sotto roccia di Visogliano e ascrivibili al Paleolitico inferiore, che denunciano la presenza di «Homo erectus» tra 450 mila e 300 mila anni fa; per andare alla grotta Pocala di Aurisina, con gli scheletri di Ursus Spelaeus conservati nel Museo civico di storia naturale; e ancora ai cosiddetti castellieri dell’età del Bronzo e del Ferro.

Passeggiando lungo le vie del centro storico ci si imbatte invece nei resti della Tergeste romana – dal teatro all’Arco di Riccardo – alla quale sarà dedicata parte della conversazione condotta dagli studiosi.