A Ischia ”La mia foiba” (comunicati-stampa.net 27 ago)

Continua con notevole successo di pubblico la kermesse Approdi d’Autore: suoni e parole sotto le stelle organizzata dalla Graus Editore e con il patrocinio del Comune di Forio.

Anche per questo ultimo weekend di agosto (l’appuntamento per tutti gli amanti della musica e la letteratura è presso Marina di Forio alle ore 21.00.

Il programma di venerdì 29 agosto prevede ancora una scaletta ricca, con l’intervento diretto degli autori che presenteranno le loro ultime fatiche letterarie:

La donna venuta dal deserto di Vittorio Eman. Un romanzo che narra della storia della bella Saraih, sposa di Abrahim. Un libro che per la sua avvincente storia è stato scelto come finalista per la sezione saggistica al premio letterario Internazionale Vladimir Nabokov.

L’Adultero di Belfast di Gaetano Montefusco. Al centro del nuovo romanzo dell’avvocato napoletano Gaetano Montefusco c’è il rapimento di una bambina di 10 mesi e l'intreccio tra politica e camorra. All’interno del romanzo trovano posto una serie di poesie toccanti che ci fanno scoprire un altro talento dello scrittore.

Il mistero della moneta sannita di Gaetano Sabatino. Un romanzo di uomini e di emozioni che scorre sul filo di un’antica moneta sannita riemersa dopo oltre duemila anni nell’incantato scenario innevato di Altilia, antica città simbolo della resistenza sannita al potere romano, e che guida i protagonisti a una sensazionale scoperta.

"La mia foiba" di Alessandro Panini Finotti. Il bravo giornalista con questo libro ha voluto onorare la memoria del nonno materno, che risultò essere nella lista degli oltre mille italiani che furono deportati nel 1945 in Jugoslavia. L’estro e la penna del nipote gli hanno dato voce, la voce di un infoibato. Con questo sinistro termine si usa ormai indicare gli uomini e le donne che furono fatti sparire nelle foibe, buche e pozzi carsici che ben sembravano adattarsi a nascondere per sempre chi, per il solo torto di essere e sentirsi italiano, doveva sparire nel buio profondo della terra e, cosa ancor più grave e criminale, nel desolante abbandono del tempo.

Le stagioni della vita di Rosa Marotta che con le sue poesie da voce a tutti i tormenti dell’animo umano. Questo libro e ricco di pagine di prosa e di poesia, che si alternano come parti integranti di un diario d’anima. Affetti, ricordi, dubbi, certezze e una grande voglia di scoprire il significato dell’esistenza con le sue ombre e le sue luci si armonizzano in un tessuto linguistico poeticamente piacevole.

La serata terminerà con le note del duo VOCENOTA che proporranno, a tutti i residenti e ai numerosi ospiti dell’isola verde, i grandi successi di tutti i tempi rivisitati in chiave rigorosamente acustica. La voce del gruppo è Vincenzo Sarcina, che lungo il suo percorso musicale si è lasciato influenzare dalla grande musica d’autore. L’amore per artisti del calibro di Baglioni, De Gregori, Guccini, Zero e tanto altri, hanno contribuito in maniera determinante a delineare il suo modo di cantare, che vede nella melodia il suo punto di forza e di caratterizzazione. Andrea Panzera la chitarra del duo proviene, invece, da generi più strumentali quali jazz, blues ed in particolare musica brasiliana (samba e bossa nova). Tali influenze hanno dato forma al suo stile, contraddistinto dall’uso di armonie dal sapore sofisticato.