31 lug – Le attività dei Giuliani in Australia e USA

Un'estate densa di impegni per l'Associazione Giuliani nel Mondo. Dall'1 al 4 agosto – presente il presidente dell'AGM Dario Locchi – si svolgerà in terra australiana un raduno continentale dei giuliano dalmati comprendente tra l'altro anche una mostra fotografica storica dei Circoli ed un seminario dei giovani aderenti a FVG-Next.
Per la prima volta quindi ci sarà un confronto con i propri genitori, nonni, zii, parenti dopo l'entusiasmante convegno di Melbourne dell'aprile 2007 quando si sono riuniti oltre un centinaio di giovani provenienti da tutta l'Australia.
All'incontro di Wollongong è prevista la presenza di non meno 400 corregionali provenienti dai vari club da Adelaide, Canberra, Brisbane, Melbourne, Perth, Geelong oltre a quelli di Wollongong e Sydney.
Il carnet prevede anche la riunione della Federazione australiana con l'elezione del Presidente e del Consiglio.

Una mostra itinerante negli USA. La mostra intitolata "Con le radici nel nuovo  Millennio" realizzata dall'AGM di Trieste con l'Associazione giuliano dalmati di New York, con il contributo della Regione Autonoma FVG e della Fondazione CRTrieste e con il patrocinio della Provincia, ospitata a giugno presso il Consolato Generale d'Italia grazie all'interessamento del Console Francesco Maria Talò, visto il successo riscosso diventa itinerante negli States.
La seconda tappa, in luglio, è stata il Gate Way Center con la collaborazione con del Console a Newark, Andrea Barbaria. In occasione della giornata conclusiva si è registrata una presenza di non meno di un centinaio tra autorità americane e corregionali italiani dell'area newyorchese.
Successivamente i 40 pannelli verranno esposti in alcuni istituti scolastici italiani, presso i club italo americani ed enti. Infine, non si esclude che la mostra farà da cornice in autunno per l'inaugurazione ufficiale dell'erigendo museo dell'emigrazione diretto dal dottor Joseph Scelsa.

In Australia200 giovani volontari triestini incontrano i corregionali. Anche il mondo dei giovani triestini, praticanti il volontariato, si è fatto onore, con il supporto dei Club durante la visita del Papa in occasione della Giornata mondiale della gioventù. Si è trattato di una esaltante testimonianza dai molteplici aspetti soprattutto spirituali, sociali e di conoscenza.
Suddivisi in due gruppi un manipolo di 80, accompagnato da Don Valerio Muschi e da Don Andrea De Stradi ha realizzato numerose iniziative, incontrando tra l'altro anche i nostri corregionali soprattutto quelli di Sydney.
Ben 30 giovani, ospiti a casa del tesoriere dell'Associazione Giuliani di Sydney Pino De Martino hanno scambiato informazioni sulla nostra emigrazione con altri ragazzi; non sono mancati alla fine della serata tipici canti giuliani con grande meraviglia dei nostri giovani triestini saper che i corregionali a distanza di decenni li conoscevano.
Un secondo gruppo, composto da 120 giovani, ha incontrato tra l'altro don Dino Fragiacomo Parrocco di San Giovanna d'Arco che ha officiato pure una messa. Si sono discussi temi inerenti il messaggio del Papa ai giovani ed altre tematiche sull'emigrazione – immigrazione.

fonte www.arcipelagoadriatico.it